Ultime news

Allo stadio ricordando un amico

 

Sembra Ieri eppure è passato tanto tempo.

 

Mancano poche ore, si va allo stadio c’è la partita stasera, ci ritroviamo al solito posto, si parlerà di Nocerina, e che altro. Qualcuno tirerà fuori vecchi ricordi, qualche altro riderà ricordando qualche giocatore dei tempi andati o maledirà qualche professorone passato per la nostra panchina. Una sigaretta, una gomma da masticare, un pensiero che vola in alto.


Sembra ieri eppure è passato un anno.

 

Poi lo stadio, quei due colori, sempre gli stessi da una vita, da cent’anni. I cori che riempiono l’aria e le luci che si accendono, entrano in campo, i fumogeni dipingono la nostra notte, per un po’ la partita non si vede, solo dall’alto c’è una bella visuale. I molossi in campo a lottare e noi dagli spalti ad incitare, migliaia di cuori che battono all’unisono, come se fosse uno soltanto. Già, un cuore solo.

 

Sembra ieri eppure ancora ce lo ricordiamo.

 

La partita finirà, gioia, amarezza, risate, scherzi, chi lo sa. Pian piano scivoleremo via, come ogni domenica, come ogni partita, come ogni allenamento, come sempre. Chiacchiere fino a notte fonda con gli amici, con semplici conoscenti, con facce che vedi ogni domenica da vent’anni e non sai chi sono. Poi tutti a casa, in attesa di un’altra serata come questa,mai da soli, sempre in compagnia, la tua.

 

Sembra ieri ma sei sempre con noi. Cià Viciè.


redazione ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

 

Back to top button