Ultime news

La Nocerina si fa male da sola

 

NOCERA INFERIORE. La Nocerina riesce nell’impresa di regalare 3 punti ad una Sangiustese scesa  in campo al San Francesco con il chiaro obiettivo di conquistare un pareggio, schieratasi con una sola punta di ruolo e che non si è praticamente mai presentata dalle parti di Terracciano nell’arco dei 90 minuti.

Pastore, all’esordio casalingo dopo il ritorno in panchina, sceglie in attacco la coppia Pignatta-Babatunde e schiera a centrocampo Camorani lungo l’out destro in luogo di Gaeta che inizia dalla panchina. Sangiustese che deve fare a meno di Bagalini e Fanesi e si presenta con un abbottonato 4-5-1.

Prima dell’inizio della gara osservato un minuto di raccoglimento in memoria del tifoso rossonero Ciro Pellegrino prematuramente scomparso.

Al 2′ Nocerina subito pericolosa. Cross di Cavallaro dalla sinistra in spaccata tocca Camorani miracolo di Fanti sulla linea. Palla che si impenna ci riprova di testa Iannini che non centra lo specchio della porta. Al 15′ ancora il capitano al cross dall’out mancino; la traiettoria è perfetta per la testa di Babatunde tutto solo al centro dell’area; il nigeriano arriva però in ritardo all’appuntamento con il goal. Sul prosieguo dell’azione un errore della difesa della Sangiustese consegna la sfera a ancora Cavallaro che si ritrova a tu per tu con Fanti ma perde l’attimo e si fa anticipare dal numero uno ospite.

Al 24′ Iannini ispira Cavallaro sciupa. Buono il controllo del capitano sul lancio in profondità dell’ex Gela, da dimenticare la conclusione che si perde a lato a portiere abbondantemente battuto.

Un minuto dopo l’occasione più nitida per la Nocerina. Cavallaro, ancora lui, viene falciato all’ingresso in area. Per Di Ciommo è rigore. Sul dischetto ci va lo stesso capitano. Tiro centrale parato da Fanti. Sulla ribattuta ci riprova Pignatta e ancora miracolo del numero uno della Sangiustese.

Al 26′ Carboni e compagni si fanno vivi per la prima e forse l’ultima volta dalle parti di Terracciano. Su calcio d’angolo viene pescato ttuto solo al centro dell’area Scarsella; per  fortuna della Nocerina  il suo colpo di testa è debole e centrale e il numero uno rossonero para senza difficoltà.

Al 38′ la Sangiustese pesca il jolly. Gaeta appoggia all’indietro di testa per Terracciano che si trova inspiegabilmente fuori dai pali. Palla che si avvia così verso la porta, a nulla serve il tentativo di spazzare di Cuomo con la sfera che ha già superato la linea.

Si chiude così la prima frazione con gli ospiti immeritatamente in vantaggio. La ripresa si apre al 2′ con la sostituzione di Pignatta rilevato da Rana. Al 6′ prima sostituzione per la Sangiustese: esce il numero uno della Fanti per infortunio al suo posto il dodicesimo Pandolfi. Al 9′ traversone al centro di Serrapica, palla ribatutta sui piedi di Cavallaro che spara alto sulla traversa da ottima posizione. 13′ Cavallaro prova la conclusione a giro, non ci arriva di un soffio Babatunde, palla che si spegne sul fondo.

Pochi minuti dopo arriva la seconda sostituzione per la Nocerina: esce proprio Cavallaro, il più atttivo dei suoi, al suo posto Roberto Palumbo. Polemica l’uscita dal campo del capitano che  getta sul prato del San Francesco la fascia e  si avvia direttamente negli spogliatoi senza fermarsi in panchina. Al 23′  ancora un brivido per la Nocerina. Iazzetta va via a Camorani ma il suo diagonale si perde di poco sul fondo. Sei minuti più tardi errore del numero 12 ospite che regala una punizione a due in area ai molossi. La battuta di Palumbo su tocco di Iannini viene deviata dalla folta barriera predisposta dagli uomini di Giudici. Al 31’paura per Babatunde che si scontra con un avversario e perde i sensi per poi riprendersi da lì a poco. Nocerina che si rivede al 39′: ci prova Giuliano dal limite, si distende Pandolfi e para senza difficoltà. Al 46′ lancio di Serrapica dalla trequarti per Rana che dal lato sinistro dell’area di punta centra la base del palo.

E’ l’ultimo sussulto. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Festeggia la Sangiustese, Nocerina che esce a testa bassa dal terreno di gioco, consapevole di aver rimesso in discussione una salvezza data ormai per acquisita fino a poche settimane fa.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Back to top button