Ultime news

C’è una triade per il mercato

NOCERA INFERIORE. Decisioni bloccate, non solo per aspettare Auteri ma pure per attendere il ritorno in sede di Giovanni Citarella, patron ora all’estero, patron che al di lá delle cariche da assegnare e dei programmi da svelare resta l’artefice principale di tutto quel che si chiama Nocerina. Citarella all’estero, addetti ai lavori in viaggio. Tutti nelle Marche per accumulare dati e conoscenze in vista di eventuali future scelte. Guglielmo Accardi, Ivano Pastore e Pasquale Ussia ad osservare le partite della fase finale scudetto del campionato Primavera. Probabilmente faranno parte tutti e tre del nuovo organigramma, con funzioni da definire. Citarella si fida di tutti e tre. Accardi e Ussia giá li conosce da tempo. Pastore lo conosce da qualche mese, in lui ha individuato un altro braccio operativo, poi si vedrá. Nelle Marche per qualche giovane da prendere in prestito, sfruttando rapporti esistenti o creandone altri. Ma il vero mercato, per costruire una squadra in grado di primeggiare, si fa sui meno giovani. In primis per l’attaccante centrale. Nota la pista che porta a Sergio Ercolano, colosso ex Cavese reduce da sofferta stagione a Perugia. Trattativa abbozzata, anzi intavolata. Ma non c’è solo Ercolano nel mirino. Altri centravanti sondati, per poi andare a scegliere l’uomo più adatto per qualitá e per prezzo. Secondo radiomercato, sondato pure un altro big di categoria superiore, quel Gigi Castaldo che lascerá di sicuro il Benevento per andare in cerca di nuove e stimolanti avventure a suon di gol. L’ingaggio sannita di Castaldo è altissimo per cifre. Il calciatore appare fuori portata. Però è tempo di crisi generalizzata, se le pretese calano la Nocerina è pronta a mettersi in moto. Altro nome di prima fascia? Quello del battipagliese Francesco Ripa, reduce da stagione personale positiva malgrado la retrocessione in Seconda Divisione della Pro Patria. Ripa ha voglia di tornare in Campania. Ha un feeling con la Juve Stabia che dura da qualche tempo: il club stabiese può sfruttare la promozione appena intascata. Uno dei tre rappresenterebbe di sicuro un bel colpo. Trattasi di obiettivi di una certa consistenza. Per arrivare ad uno dei tre, necessari quattrini e capacitá di convincimento su base pluriennale. Arrivi e partenze, sará il gioco da lui in poi. Da Lucca confermano l’annunciato interesse notevole per Giovanni Cavallaro. Da Nocera un ufficioso ” si può fare ” ma solo accompagnato da contropartita economica toscana, altrimenti il capitano resta col rossonero della Nocerina, come da contratto.


fonte: Marco Mattiello, LA CITTA’

Back to top button