Ultime news

Primo round della finale playoff al Gubbio

Il Gubbio rifila due sonori ceffoni al San Marino nella finale di andata dei play off validi per il passaggio in Prima Divisione Lega Pro. Più in palla gli umbri di mister Torrente nonostante le assenze di Allegrini, Farina, Corallo e Perez. Quasi tremila tifosi sugli spalti, gradinata colma, però  ai supporters di casa non viene concesso di allestire nessuna coreografia ne di addobbare il “Barbetti” con i consueti striscioni, per una questione di permessi, a quanto sembra. Rossoblu che pungono dopo appena dieci giri di lancette con Rivaldo che sugli sviluppi di un tiro franco da lui stesso battuto fredda rasoterra e a fil di palo l’estremo difensore titano Scotti. Il raddoppio è opera di Gomez Taleb che, al 53′ della ripresa, su precisa apertura dalla destra di Casoli, conclude di giustezza con il sinistro che si spegne all’incrocio dei pali. Sul finale c’è anche gloria per il portiere eugubino Lamanna che, al minuto numero 86′, para a Grassi un calcio di rigore concesso per l’atterramento di Cesca dopo un contatto con Marconi. Un goal che avrebbe consentito ai “repubblicani” di rendere meno amara la sconfitta. Appuntamento ora all’Olimpico di Serravalle tra sette giorni. Il San Marino dovrà compiere l’impresa vincendo con almeno due reti di scarto, un’impresa appunto, contro questo Gubbio che sembra non avere più nessuna intenzione di fermarsi e viaggia spedito verso la promozione. Mister Torrente però frena ogni entusiasmo: “Ancora ci saranno 90 minuti da lottare e da soffrire. Il San Marino ha dimostrato tutte le sue potenzialità. Ma la mia squadra ha saputo giocare con intelligenza, cuore ed entusiasmo”. Sulla stessa lunghezza d’onda il Dt Simoni: “San Marino, l’avversaria più forte incontrata! Si è rischiato ma siamo contenti del risultato. E vedere uno stadio così ribollente è stato proprio un piacere”. Proprio ai tifosi dedica il gol Rivaldo: “É il giusto premio verso questo pubblico che è davvero meraviglioso”. Su di giri, infine, anche il portiere rossoblu Lamanna, un altro dei protagonisti della gara: “É stato un susseguirsi di emozioni. Il rigore parato ma soprattutto alla fine quando sono andato sotto la gradinata a salutare i nostri tifosi: una cornice di pubblico incredibile”. 


Valerio D’Amico, Forza Nocerina.it

 

Disponibile qui la fotocronaca del match (interviste e foto pubblicate su gentile concessione del sito www.gubbiofans.it)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button