Ultime news

Stabiliti i criteri di ripescaggio

Il Consiglio Federale della FIGC, riunitosi nella giornata di ieri ha stabilito i criteri per i ripescaggi nelle diverse categorie professionistiche, dettando anche le condizioni economiche, che prevedono oltre alle canoniche fidejussioni, già stabilite in precedenza, fidejussione integrativa, nonchè una contribuzione a favore della FIGC, finalizzata all’attività giovanile, diversificata a secondo della categoria che di seguito riportiamo:

 

– ripescaggio in serie A: 2.000.000 €

– ripescaggio in serie B: 1.000.000 €

– ripescaggio in I divisione: 400.000 €

– ripescaggio in II divisione: 200.000 €

 

Si riporta integralmente il comunicato della FIGC:

 

Saranno operative a partire dal 1° luglio la Lega Nazionale Professionisti di serie A e la Lega Nazionale Professionisti di serie B: il Consiglio federale, riunito oggi a Roma, ha provveduto al riconoscimento formale delle due Leghe e al conseguente visto di conformità dei rispettivi statuti e regolamenti. Sono stati inoltre approvati i criteri di ripescaggio nei campionati professionistici con riferimento alla prossima stagione sportiva. Il provvedimento ricalca quello della stagione precedente, ma prevede che alla fidejussione base (già deliberata nello scorso Consiglio Federale) si aggiunga una fidejussione integrativa nonché una contribuzione a favore della FIGC finalizzata all’attività giovanile. La misura prevista per queste voci è di 2 milioni di euro per il ripescaggio in Serie A, 1 milione per la B; 400 mila per il ripescaggio in I Divisione e 200 mila per la II Divisione.

I criteri per i ripescaggi sono così individuati:

1) Classifica finale dell’ultimo Campionato (50%);
2) Tradizione sportiva della città (25%);
3) Numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2004/05 alla stagione 2008/09 (25%).

Sono inoltre previsti criteri di preclusione al ripescaggio in caso di sanzioni per illecito sportivo; per le società che abbiano usufruito di ripescaggi nelle ultime 5 stagioni; per le società assegnatarie di titolo sportivo a seguito di fallimento o di Lodo Petrucci. Nel corso della conferenza stampa, che ha fatto seguito al Consiglio, il presidente ha affrontato anche altri argomenti tra i quali la partenza della Nazionale per i mondiali sudafricani: “Non ci siamo prefissati alcun tipo di obiettivo minimo – la risposta di Abete ad una precisa domanda – in Sudafrica. Non credo sia giusto farlo perchè bisogna sempre puntare al massimo risultato. In passato abbiamo dimostrato di avere capacità vincenti sul campo e speriamo di poterlo fare anche stavolta difendendo al meglio il titolo mondiale. Ho la massima fiducia nella squadra e nel ct”. Sulla convocazione come testimone inviatagli dai legali di Luciano Moggi in relazione al processo in corso a Napoli su calcio poli, il presidente federale ha risposto: “Il 15 giugno non posso essere presente perchè sarò in Sudafrica, ma dopo i Mondiali mi metterò a disposizione del tribunale di Napoli”.
Argomento stadi. “C’è il fortissimo auspicio che ci sia un’accelerazione nei tempi per l’approvazione della legge sugli stadi. Sarebbe un grande errore ritardarne ancora i tempi”: questo è il messaggio che il presidente porterà nel pomeriggio davanti alla Commissione Cultura della Camera, dove si svolgerà l’audizione. “Al di là dell’esito di Euro 2016, penso sia palese la necessità di avere infrastrutture funzionali per favorire la competitività del nostro calcio e dei nostri club. Tra l’altro – ha aggiunto – non ci sono situazioni che appesantirebbero il bilancio dello Stato, visto che si andrebbe incontro ad una ottimizzazione delle risorse degli enti locali”.

In Consiglio federale, dopo le comunicazioni introduttive (attività internazionale, Commissione organizzatrice campionato del Mondo e il prossimo Congresso FIFA), il Presidente Abete ha svolto una relazione su Euro 2016 e sugli ultimi passaggi che hanno portato all’assegnazione del Torneo alla Francia.

Iniziative Figc per l’Africa
Da domani – alla vigilia dei Campionati del Mondo – partirà la campagna di solidarietà della FIGC “Un Gol per l’Africa”; com’è noto, la FIGC ha condiviso i progetti di tre grandi organismi internazionali (AMREF, Save the Children e UNICEF) sui temi delle risorse idriche, della salute e della tutela dell’infanzia.
In una conferenza stampa, con la partecipazione del vice presidente Albertini, verrà illustrata domani a Roma la campagna per la raccolta di fondi per Amref e Unicef attraverso gli sms solidali al numero 45503.
Testimonial dell’iniziativa è il Commissario tecnico della Nazionale Marcello Lippi.

Vivo Azzurro
Particolare importanza è stata dedicata dal Consiglio al lancio di Vivo Azzurro, la card dei tifosi della Nazionale, che dal 15 giugno potrà essere sottoscritta in tutta Italia e che servirà a creare la community ufficiale dei tifosi degli Azzurri e di tutte le Squadre Nazionali.

Bilancio consuntivo 2009
Con il parere favorevole espresso dal Collegio dei Revisori, il Consiglio ha votato il bilancio FIGC al 31 dicembre 2009.
Sulla base del risultato positivo dell’esercizio, il Consiglio ha approvato la proposta del Comitato di Presidenza di finalizzare 500 mila euro al progetto della FIGC di creare un istituto per la formazione della cultura sportiva nel calcio.

Nomine di competenza
Il consiglio ha provveduto a una serie di nomine che riguardano il nuovo Organo di controllo economico-finanziario per le società del Campionato Nazionale Dilettanti (COVISOD); per la Commissione Criteri infrastrutturali e per la Commissione Criteri sportivi e organizzativi delle Licenze Nazionali. Per la CO.VI.SO.D.: presidente Paolo Agnesi, componenti Nicola Adragna, Pasquale Costantini, Massimo De Luccia, Andrea Della Valle, Francesco Napolitano, Massimo Romeo; per la Commissione Criteri infrastrutturali: presidente Marcello Cardona, componenti Mario Cerchia, Saverio Mandetta, Luigi Miele, Marcello Volpini; per la Commissione Criteri sportivi e organizzativi presidente Enrico Comes, componenti Antonio Calicchia, Michele Casimiro, Paolo Marengo, Giuseppe Sforza.

Commissariamento Interregionale

Il Consiglio ha deciso di prorogare al 31 dicembre 2010 il mandato di Commissario straordinario dell’Interregionale del presidente della LND Carlo Tavecchio.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

Back to top button