Ultime news

Gli applausi di Auteri: «La mia Nocerina è giá una squadra»

NOCERA INFERIORE. «Sensazione di squadra, di coralitá cioè, quando attacchiamo e quando difendiamo»: la sintesi di Nocerina-Sapri nell’analisi di Gaetano Auteri, mister con tanto di fiori regalatigli dal sito “www.forzanocerina.it” nel giorno dell’onomastico. Nove a zero, poca resistenza opposta dalla formazione di Alfonso Pepe, giovane e con qualche assenza di giornata (Alessandrì su tutte). Ma la Nocerina del primo tempo, in ogni caso, ha impressionato per la vivacitá da centrocampo in su, per i movimenti d’orchestra con e senza palla. Terracciano in porta. Servi, De Franco e Filosa trio di centrali difensivi. Sardo, Bruno, Marsili e Scalise a centrocampo. Catania, Galizia e Cavallaro a comporre il tridente tutto spettacolo, che ha messo angoscia, col gioco di parole, al portiere Coscia, bravo a limitare i danni in qualche circostanza. Primo gol: sberla maligna di Giovanni Cavallaro, capitano motivatissimo, autore del primo centro al San Francesco della nuova stagione: Coscia a chiedersi il come e perché del pallone infilatosi. Gran palombella di Galizia per il secondo. Poi il rasoterra di Catania per il terzo.
Sorride in tribuna Giovanni Citarella, assieme al fratello Christian ed ai dirigenti Faiella,Tamigi, Villani, Marrazzo e Castiello. Applausi a scena aperta dal settore distinti locali: gremito come se fosse campionato. Ripresa a ritmi bassi ma con più gol. Entrano subito in scena Bolzan, De Liguori, Castaldo, Nigro e Amabile. Seguiranno Sannibale, Lettieri, Pepe e Riccio. Resta in panca solo Gaeta, che viaggia verso la rescissione. Si allenano a parte gli ultimissimi arrivati Gori e Perricone. Rispetto al gruppo del ritiro, mancano per addio certo Apicella (passerá al Sapri ) e Polichetti (ormai della Battipagliese). Segnano Catania (altre due volte), Castaldo, Galizia, Servi e Pepe (sempre senza contratto). In ritardo ovvio De Liguori e Castaldo ma il valore dei due non si discute. Giá pronto Bolzan, stantuffo mancino.
Entro un paio di giorni, arriverá il difensore centrale in più chiesto da Auteri. Bolle in pentola, con il lavoro dietro le quinte di Ivano Pastore, il possibile accordo con l’espertissimo Gabriele Cioffi, ex di Torino, Ascoli e Albinoleffe . Nel frattempo, però, per lo stesso ruolo si è riaperto il canale per Roberto Di Maio, nell’ambito dell’estenuante trattativa portata avanti col calciatore sotto contratto col Catanzaro. Attacco sempre con l’idea principale Bernardo, visto che il gran colpo Mazzeo è diventato di difficile realizzazione.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

Back to top button