Ultime news

L’avversario: SS Cavese 1919

NOCERA INFERIORE. La Società Sportiva Cavese nasce nel 1919, grazie all’impegno di alcuni giovani  borghesi. Le sfide contro la Nocerina iniziano subito: già negli anni venti, infatti, le due formazioni si affrontano per il ripescaggio in Prima Divisione (attuale serie A). Sul campo si impongono i molossi che, però, non vengono ammessi alla massima serie. Il periodo di massimo splendore per la squadra aquilotta sono gli anni Ottanta, quando gli uomini allora allenati da Rino Santin, conquistano la promozione in serie B. Nonostante le difficoltà iniziali, i metelliani riescono a mantenere la categoria per tre anni e nella seconda stagione si classificano al sesto posto. Nell’83 arriva la retrocessione in serie C1 e sembra essere l’inizio della fine. Le difficoltà economiche sono sempre più grandi e nel 1991 c’è il definitivo fallimento. La formazione di Cava de’ Tirreni riparte dall’Eccellenza, con il nome di Intrepida Cavese. La risalita è abbastanza veloce, fino alla consacrazione definitiva nel 1997, quando, con Capuano allenatore, i metelliani  ritornano tra i professionisti. Da allora, a parte qualche piccola esperienza negativa in serie D, la Cavese è  rimasta sempre tra i professionisti, nonostante i  continui cambiamenti sia nella guida tecnica che in quella societaria.

Tra Cavese e Nocerina le sfide non sono mancate; le due squadre, nella loro storia, si sono incontrate per ben 49 volte. I precedenti pendono leggermente a favore della Nocerina, vittoriosa per 17 volte, contro le 15 della Cavese; 17 i  pareggi. L’ultima vittoria in casa dei molossi è, però datata 1992-93, nel campionato di Eccellenza, poi vinto nello spareggio a Napoli con il Grotta.

Nell’ultimo precedente, giocato al san Francesco, la vittoria è andata alla Cavese. La partita finì due e zero, grazie alle reti di Mari e D’Amico. In quel caso il derby venne giocato durante la settimana, ma davanti a entrambe le tifoserie, che non vennero in nessun momento a contatto tra di loro.

A tal proposito va detto che la rivalità tra Nocerina e Cavese è iniziata nel 1993, quando nella gara di  ritorno (quella di andata, come detto, fu vinta dalla Nocerina) a seguito dell’1 a 1 sul campo ci furono scontri tra le  tifoserie, che vennero a contatto sul  rettangolo di gioco. E’ stata la fine di rapporto di buon vicinato, l’inizio di un odio tra le tifoserie.

Venendo alla Cavese dei giorni nostri osserviamo una società con tanti problemi economici, che hanno messo a rischio  persino l’iscrizione della squadra all’attuale campionato di Prima Divisione. La squadra è stata realizzata negli ultimi giorni e la preparazioni, quindi non è delle migliori. Nonostante ciò gli aquilotti vantano una rosa con elementi esperti e abituati alla categoria ed elementi giovani acquistati quest’estate. Il modulo caro al mister Marco Rossi è il 3-4-3, abbastanza speculare a quello della Nocerina. Il portiere titolare, di assoluta garanzia è Domenico Botticella (’76), ex Salernitana e Paganese. In difesa, accanto agli esperti Troise e Siringano si giocheranno un posto da titolare tre giovani piuttosto interessanti: D’Orsi, Pepe e Dell’Isola. A centrocampo accanto ai collaudati Ciano, Alfano, Bachiocchi e Quadrini, titolari contro il Foggia troviamo: Di Napoli, Pozziello, Siano  e Citro. In attaco il pezzo da novanta è sicuramente Bernardo, cercato a lungo dalla Nocerina nel mercato estivo. Titolari con lui dovrebbero essere l’ex Scafatese Sifonetti e Antonio Schetter, anche lui più volte nel mirino degli uomini mercato della Nocerina. A completare il reparto Turienzo, attaccante, comunque di affidamento, ex Arezzo e Salernitana.

In settimana gli aquilotti hanno superato brillantemente l’Agropoli, in un test amichevole al Lamberti. Sette a zero il risultato, grazie alle reti di Schetter e Troise nel primo tempo  e alle doppiette di Ramaglia e Santaniello nella ripresa. A chiudere il gol di Orosz. Ottime le indicazioni date dal neo acquisto Zampa, in attesa del transfer internazionale per fare il suo debutto in mediana.

Gli aquilotti, nonostante l’assenza del proprio pubblico, saranno pronti a dare battaglia ai molossi, per smaltire le tre scoppole ricevute dal Foggia e cominciare la marcia in campionato.

 

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Back to top button