Ultime news

Nocerina, buona la prima

 

Nocerina: Amabile Sardo (45′ Scalise) Riccio De Franco(60′ Perricone)  Servi De Liguori Galizia Marsili Castaldo Cavallaro Bolzan (70′ Bruno)

A disp. Gori Polichetti Lettieri Pepe

All. Gaetano Auteri

 

Melfi: Pozzato Sicignano Contessa Viola Vignati Agius Mangiacasale Mitra (81′ Scarsella) Chiaria Naglieri (73′ Pellecchia) Guazzo (70’Spagna)

A Disp. Della Lira Falanga Russo Del Fonso

All. Gennaro Pantaleo

 

Marcatori: 17′ Castaldo 19′ Cavallaro 27′ Galizia 31′ Mangiacasale 46′ Mitra 65′ Servi 88′ Galizia

 

Ammoniti: Sicignano Vignati Mitra per il Melfi, Riccio per la Nocerina

 

Arbitro: Sig. Abbattista di Molfetta

 

NOCERA INFERIORE. E’ sicuramente calcio d’agosto, ma è una bella Nocerina quella che allieta i 1500 nocerini accorsi al San Francesco per ammirarla nel debutto stagionale con il Melfi. I rossoneri partono subito bene, il tridente viaggia che è un piacere e dopo tre minuti è capitan Cavallaro a sfiorare il goal con un pallonetto su Pozzato in uscita. Il ritmo non altissimo, come è logico in questo periodo dell’anno, e il Melfi non è venuto a Nocera per fare da sparring partner. Gli ospiti si fanno vivi al quarto d’ora con una insidiosa azione scaturita da una punizione di Mangiacasale, il migliore tra le fila del Melfi. Sulla ripartenza è la Nocerina ad andare in rete, il primo sigillo dell’anno è di Gigi Castaldo che aggancia una palla in area e con un pregevole movimento si gira e calcia a girare battendo l’incolpevole Pozzato. Nemmeno il tempo di registrare la marcatura sui taccuini ed è Giovanni Cavallaro a raddoppiare, il capitano molosso prende palla al limite dell’area e col suo caratteristico movimento a rientrare si libera per un tiro che diventa imparabile anche grazie alla deviazione di un difensore melfitano. Forte del doppio vantaggio la Nocerina gestisce la gara ed i ritmi di gioco a suo piacimento, De Liguori è un colosso a centrocampo ed i tre davanti fanno intravedere grandi potenzialità, quando ha spazio la Nocerina fa male. Alla mezzora un lancio lungo di Riccio è raccolto da Cavallaro che in velocità si beve la difesa del Melfi e quando sta per scoccare la botta vincente è messo giù da Sicignano, rigore netto. La trasformazione è affidata a Galizia, tiro secco e preciso, tre a zero per i molossi.

Il Melfi sembra frastornato dai continui movimenti degli avanti rossoneri, a rimetterlo in partita ci pensa Amabile che commette un errore su un cross dalla sinistra, Mangiacasale riceve palla a porta vuota e deposita in rete il più comodo dei goal. La prima frazione di gioco si conclude con una bella combinazione Bolzan, Galizia, Cavallaro che strappa applausi, peccato per il tiro del capitano, appena alto sulla traversa.

Pronti via e alla partenza della seconda frazione la Nocerina subisce il secondo goal, Riccio atterra Mangiacasale al limite dell’area, la susseguente punizione è trasformata magistralmente da Mitra che coglie impreparato Amabile. La Nocerina non risente del goal subito e si riporta subito in avanti, un pregevole cross di Scalise, subentrato a Sardo, mette in condizione Galizia, favorito da un velo di Cavallaro, di battere a rete. Il tiro è rimpallato e la palla carambola sui piedi di Castaldo che tira a colpo sicuro ma Pozzato respinge. L’intensità della gara cala ed il Melfi si fa intraprendente, al sedicesimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo Sicignano impegna severamente Amabile che respinge sui piedi di Chiaria che mette in rete il goal del pari, prontamente annullato dall’arbitro per fuorigioco, furibonde le proteste dei giocatori del Melfi, sicuri della posizione regolare del loro centravanti. Goal annullato, goal subito è la rilettura di una delle leggi non scritte del calcio. Cavallaro, su punizione, serve una palla al centro per Castaldo che gira a rete, Pozzato respinge, sulla sfera si avventa Servi che bagna il suo debutto in maglia rossonera con un bel goal. Anche in questo caso i calciatori del Melfi protestano duramente per un fuorigioco non visto dal guardalinee. Le due squadre risentono della preparazione appena ultimata e del caldo, la partita sembra andare stancamente verso la fine, ma le cose più belle sono destinate ad accadere negli ultimi minuti di gioco. Prima Mangiacasale supera in dribbling uno stanco Riccio e con un pallonetto mette di poco alta la sfera. A due minuti dal termine la Nocerina propone una combinazione da categoria superiore, Cavallaro prende palla al limite dell’area e tocca per Galizia che serve Castaldo in piena area, il centravanti molosso restituisce palla a Galizia che si trova solo davanti a Pozzato e lo batte con un bel diagonale. Gli applausi del pubblico sono scroscianti e convinti. E’ una bella Nocerina che fa intravedere meccaniche di gioco molto interessanti, la condizione è quella che è, ma la strada intrapresa è quella giusta. Mister Auteri ha ben chiaro il percorso da seguire. Buona la prima, avanti così.

 

Fabio Pagano, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

 

Su www.nocerinachannel.it è disponibile il servizio sulla gara.

 

Back to top button