Ultime news

Nocerina Cavese rischio porte chiuse

 

La prima casalinga, che segnerà il ritorno in prima divisione (ex C1) per la Nocerina è a serio rischio porte chiuse, infatti il derby del 29 agosto prossimo contro la Cavese è stato inserito nella prima fascia e al primo posto della stessa,  tra le gare ad alto rischio.

Visto che martedì si riunirà l’ Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, vestono fondamentale importanza le gare Pisa – Nocerina e Cavese – Foggia in programma domenica prossima, restando in casa Rossonera, il Direttore Generale Iovino dice “un comportamento tranquillo e sportivo da parte dei tifosi Rossoneri che in massa si recheranno a Pisa, dovrebbe essere un buon biglietto da visita, anche perché sarebbe ingiusto diversamente, visto gli enormi sacrifici fatti dalla società e dall’Amministrazione per rendere a norma il San Francesco“, ma l’aria che si respira in Città francamente fa ben sperare, c’è voglia di salutare nel miglior modo possibile il ritorno in I divisione.

Al momento sono state sottoscritte settecentoventi tessere del tifoso, considerando che si è partiti praticamente meno di dieci giorni fa, sembra essere un dato confortante “a dire il vero è un dato numericamente rilevante, siamo quasi a 100 tessere al giorno,..continua Iovino, considerando che il sistema è un po’ lento e che abbiamo iniziato  giusto qualche giorno prima di ferragosto, quindi per evitare disagi e lungaggini per i tifosi siamo stati costretti ad aprire un nuovo punto emissione tessere, quello di via Fucilari per intenderci”.

L’entusiasmo è evidente, il presidente Citarella ha chiesto, vista la protesta degli ultras almeno 800/1.000 abbonamenti, le prime gare quasi sempre segnano anche il flusso delle sottoscrizioni cosa pensa in merito Direttore “ credo che la piazza Nocerina stia rispondendo alla grande, quindi ancor di più sarebbe un grosso rammarico ed un notevole danno economico alla società disputare la prima casalinga a porte chiuse, creando i presupposti anche per i derby successivi e magari facendo desistere gli sportivi a sottoscrivere altri abbonamenti “.

A questo punto non resta da sperare che la maturità della tifoseria Rossonera, dimostrata ampiamente negli ultimi anni sia da monito per il CASMS e quindi faccia quantomeno assistere alla gara i tifosi locali, per non danneggiare la società e tutto il popolo sportivo delle due Nocera.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

 

Back to top button