Ultime news

Nocerina, una cittá nel pallone

NOCERA INFERIORE. Piace parecchio, se non tutto. Il nuovo corso del pallone rossonero, fatto di improvvisa esplosione di vitalitá, di entusiasmo riacceso. Cinquemila spettatori per un’amichevole a ridosso del ferragosto rappresenta un dato imponente: la dice lunga sulla risposta della piazza alla Prima Divisione ritrovata, allo sforzo di Giovanni Citarella, alla voglia di continuare nel percorso virtuoso. Sembra una magia da centenario: nell’anno delle cento candeline spente, tutto torna come ai bei tempi, tutto si rischiara. E sull’entusiasmo risorto come in una domenica di Pasqua, si potrá contare per il campionato dietro l’angolo come sostegno in più. L’ha dichiarato Gaetano Auteri: «Credo che qualche mio calciatore sia rimasto persino molle di gamba all’inizio, dopo aver visto tutta quella gente per una partita amichevole. Prendiamocelo l’entusiasmo, ci aiuterá parecchio in campionato». Entusiasmo che ha messo alla prova, superata bene, l’organizzazione-sicurezza, studiata dal diggì Bruno Iovino a seguito delle modifiche imposte per ingressi e divisioni nei settori. Martedì scorso è arrivato il definitivo ok della Commissione Vigilanza, adesso tutto è a norma. Pubblico, societá, impianto, contorno: e la squadra? Piace, è una squadra che piace. Piano col calcio d’agosto, che spesso genera illusioni. Però la Nocerina, rifatta e promossa, ha destato impressioni positive contro il Sorrento, una delle realtá più accreditate della categoria. La mano di Auteri c’è. Il diretto interessato non la tira indietro: «Da lavorare ancora tanto, però tutti ci muoviamo come squadra, anche i singoli con curriculum di un certo riguardo hanno capito che possiamo far risultato se agiamo come squadra, quando il pallone l’abbiamo e quando appartiene agli altri». Da centrocampo e attacco le cose in stato avanzato. Bruno regista mai visto ai tempi della prima apparizione a Nocera, De Liguori tuttofare equilibrato. Gli esterni, chiamati a lavoro fondamentale, danno anima e corsa. E davanti le varie versioni di tridente promettono scintille. Castaldo, pur in ritardo, è il tipo che lascia parecchia traccia. Cavallaro, chiamato a giocare diversamente dal solito, sembra adattarsi alla grande all’Auteri pensiero, come Galizia e Catania. Sono impressioni d’agosto. Ma impressionano.

MERCATO

Cattaneo più vicino, oggi l’annuncio

NOCERA INFERIORE.
Quasi fatta per Davide Cattaneo, forse oggi l’annuncio: la Nocerina completerá l’assetto difensivo, alla voce centrali, andando a mettere sotto contratto il lombardo. A Nocera fará compagnia a Servi, De Franco, Filosa, Perricone e Riccio. C’è pure Sannibale tra i difensori centrali ma la societá, in accordo col diretto interessato, ha scelto di dargli possibilitá di essere titolare altrove. Tornando al mercato in entrata, pre-contratto per il difensore ’91 Giuseppe Trezza, testato da Auteri nel corso del ritiro a Carpegna. Restano gli argentini Rica e Varisco. Attenzione puntata su Rica, centrocampista ’90 che ha giocato uno spezzone dell’amichevole col Sorrento.

 

fonte: Marco Mattiello, LA CITTA’ (FOTO CARMINE APICELLA)

Back to top button