Ultime news

Nocerina-Cioffi, le parti sono più vicine

NOCERA INFERIORE. Quando le prime uscite diventano motivo per guardare al presente ed al passato, senza però trascurare il futuro. Conto alla rovescia per un mercoledì da molossi: Nocerina-Sorrento amichevole allo stadio “San Francesco” all’insegna del rossonero. E’ davvero lungo l’elenco di nocerini o di ex ora di stanza a Sorrento.
La famiglia Gambardella partendo da patron Mario, Ciccio D’Angelo, Sasá Avallone, Vito Giordano, Enzo Criscuolo e persino Pierino Celentano, detto “Alemao”, autista che ha cambiato casacca, scatenando il mercato dei pullman. Domenica sera, per il debutto di Coppa Italia in versione ferragostana, altra gara casalinga tutta particolare: col Melfi, la squadra che 4 campionati fa condannò la Nocerina alla retrocessione tra i dilettanti nell’annata a doppia proprietá, prima Gambardella sia pur defilato e poi De Marinis.
Ma per Auteri le due partite casalinghe di fila avranno un altro significato: fare il punto della situazione sul 3-4-3 a pochi giorni dal campionato, avendo cura in particolare di seguire i progressi di condizione degli ultimi arrivati (De Liguori, Castaldo, Perricone, Gori). Per Ivano Pastore, invece, le indicazioni sono emerse da tempo, basate sul mutamento di scenario col ripescaggio e su quel che Auteri ha chiesto. L’attualitá di mercato in entrata prevede essenzialmente difensore centrale capace di portare qualcosa in più al cast giá esistente. Altra telefonata, ieri, con Gabriele Cioffi, il vero obiettivo da centrare dopo aver monitorato una serie di nomi e di soluzioni. L’ex compagno di squadra di Pastore ha chiesto qualche giorno per valutare. L’offerta della Nocerina gli piace, non è di poco conto per un trentacinquenne. L’unico motivo per tentennare ancora è squisitamente questione di categoria: il Modena si è fatto vivo, vorrebbe arruolarlo come difensore esperto di completamento per la nuova avventura cadetta.
La scelta per Cioffi è la seguente: titolare e riferimento a Nocera, ruolo non di primo piano a Modena. L’approccio di tentativo è parso positivo, il resto con risposta a breve, massimo entro fine settimana. Fin qui l’unico movimento in entrata da fare a breve, considerando un di più l’eventuale attaccante aggiuntivo (sempre Bernardo nome gettonato). Per i movimenti in uscita, novitá tra oggi e domani: quasi fatta per il prestito del portiere ’90 Terracciano al Catanzaro. Il giovanotto casertano, reduce da una stagione e mezza da titolare tra D e Seconda Divisione, avrá la possibilitá di maturare ulteriore esperienza. La Nocerina punta ancora su di lui. Restano in attesa di trasferimento o di rescissione Sannibale e Gaeta. Col gruppo resta aggregato il jolly di fascia Marco Pepe (ex Scafatese): su di lui nessuna decisione certa al momento. Spazio anche ad un poker di giovani argentini in prova, su richiesta del procuratore Roberto Lamanna.

LA CURIOSITA’

Il 19enne difensore giocava col Baia

S’avvera il sogno diTrezza Dall’Eccellenza alla serie D Superato l’esame diAuteri

NOCERA INFERIORE. Il sogno di un ragazzo classe ’91 sta per avverarsi. Pre-contratto in arrivo per il difensore Giuseppe Trezza, l’anno scorso lieta sorpresa in Eccellenza col Baia, al punto di collezionare diverse apparizioni nella Rappresentativa Regionale Juniores di Maranzano. Nella fase del ritiro a Carpegna, ha superato l’esame Auteri: la Nocerina gli fará firmare l’accordo, lo valuterá con attenzione in questi mesi e magari a gennaio gli dará la possibilitá di andare in prestito in D per avere l’opportunitá di mettersi in evidenza nel contesto di un campionato di caratura superiore a quelli che finora ha disputato. Quello di Trezza dovrebbe essere l’unico pre-contratto presentato. Per i ’91 della scorsa stagione, termini per l’eventuale pre-contratto giá scaduti e scelta di non tenere nessuno. Gran parte dei classe ’92 andrá in prestito tra D ed Eccellenza.

fonte: Marco Mattiello, LA CITTA’

Back to top button