Ultime news

Auteri: «Grande Nocerina»

È un Auteri entusiasta quello che arriva in sala stampa dopo il successo della Nocerina contro il Viareggio: il tecnico rossonero, a microfoni e taccuini, esterna la sua soddisfazione per la prestazione dei molossi. “Difficilmente me lo sentirete ripetere nel corso della stagione: quella di oggi è stata una grande Nocerina,” dichiara l’allenatore rossonero, “considerate le difficoltà che abbiamo incontrato per un arbitraggio poco equilibrato, abbiamo giocato una grande partita dal primo minuto fino al novantesimo.” Una gara vinta in rimonta dai molossi contro un avversario che non ha regalato niente: “tra le squadre affrontate finora il Viareggio è una di quelle che mi ha fatto maggior impressione,” precisa Auteri, “li abbiamo soffocati, siamo stati attenti e tempestivi nelle chiusure difensive ed abbiamo dimostrato capacità tattica, carattere, lucidità ed una gran voglia di ribaltare il risultato.” Sulla sua espulsione Auteri commenta: “il gol del Viareggio era in fuorigioco netto; sono saltato in campo perché quelle sono proprio le situazioni su cui ci alleniamo per ore: bisognerebbe che gli arbitri facessero i corsi con noi allenatori.”

Eroe di giornata l’attaccante Galizia, autore della doppietta che ha regalato la vittoria ai molossi: “il calcio è così, quando meno te l’aspetti arriva il colpo vincente; io sono contento per la vittoria della squadra poi se riesco a giocare come so ovviamente sono ancora più felice.” Momento difficile per l’attaccante ex Marcianise, finito fuori dai titolari: “non sono contento del momento che sto vivendo ma io sono a disposizione del mister; farò di tutto per metterlo in difficoltà.” Anche il bomber Castaldo rimarca le difficoltà incontrate nel corso del match: “nel primo tempo non era facile trovare gli spazi giusti: abbiamo cercato spesso la giocata di prima perché non c’erano spazi; nella ripresa, dopo il pareggio, si sono allungati e noi negli spazi sappiamo essere devastanti.”

Di tutt’altro umore Giuseppe Scienza, tecnico del Viareggio, che sperava di poter portare a casa un risultato importante al termine dei primi quarantacinque minuti: “la Nocerina ha avuto supremazia territoriale,” ammette l’allenatore toscano, “è una squadra forte ed esperta; i miei ragazzi si sono comportati bene ma nel finale, sull’1-1, forse dovevamo accontentarci del pari: abbiamo peccato d’inesperienza.” Il tecnico viareggino non si sofferma sulle decisioni arbitrali: “sulla nostra rete non posso esprimere un giudizio, vorrei rivedere l’azione,” precisa Scienza, “sul rigore non ho visto bene l’azione: non posso dire la mia anche in questo caso ma accetto serenamente le decisioni dell’arbitro.” Piccolo parapiglia a fine gara a centrocampo, ma lo stesso tecnico minimizza: “sono scaramucce che ci stanno a fine partita,” conclude Scienza, “io sono comunque andato a complimentarmi con i miei avversari perché so accettare il risultato; non mi si venga però a dire che l’arbitro sia stato condizionato a nostro favore.” Di tutto altro tenore le dichiarazioni di D’Antoni, subentrato nel finale Longobardi: “il rigore della Nocerina è molto dubbio; su campi caldi come quelli di Nocera può succedere che l’arbitro venga condizionato.”

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (FOTO: Ciro Pisani)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button