Ultime news

Big match tra Pisa e Atletico Roma. Taranto e Cosenza in cerca di riscatto

La terza giornata del girone B di I Divisione Lega Pro, si preannuncia davvero interessante, a partire dalla gara in programma all’Arena Garibaldi dove il Pisa di Cuoghi, che ancora non potrà schierare Amoroso fermo ai box per un risentimento muscolare, affronterà una delle sorprese di quest’inizio torneo, l’Atletico Roma di mister Incocciati che proprio a Pisa quando ancora gonfiava le reti avversarie a suon di goal, conquistò la serie A. Tra le file dei capitolini previsto l’esordio del neo-acquisto Daniele Franceschini ex Sampdoria.

La Lucchese, capolista in coabitazione con l’Atletico, cercherà il tris tra le mura amiche, contro la Ternana di mister Gobbo, reduce dala sconfitta beffa  di Taranto e dalla buona prova offerta contro il Cosenza. Non sarà della gara il neo acquisto Nolè.

Ci si atttendono fuochi d’artificio anche tra Foligno e Viareggio. Entrambe viaggiano sulle ali dell’entusiasmo dopo il buon inizio di campionato. I padroni di  casa sono reduci dal secco successo di Castellammare di Stabia; i viareggini dal canto loro dopo la vittoria casalinga contro il Siracusa venderanno di sicuro cara la pelle pur di portare a casa almeno un punto. Ne vedremo delle belle. Gigli, ultimo arrivato, figura tra i convocati di mister Scienza.

Ancora una trasferta per il Cosenza che dopo lo 0-0  nel posticipo di Terni sarà di scena a Cava de’ Tirreni. Gara particolare per mister Stringara, che sicuramente non sarà accolto bene dal pubblico metelliano dopo l’addio di inizio estate. I rossoblu calabresi dopo i colpi messi a segno nell’ultimo giorno di calcio mercato  hanno chiare ambizioni di vittoria finale e arrivano al Lamberti con l’intenzione di portare via i tre punti. La Cavese di mister Rossi, dopo la buona prova offerta domenica scorsa nel derby con la Nocerina, di certo non resterà a guardare.

Doppia casalinga per il Barletta, che dopo aver subito domenica scorsa  il pareggio  nel finale dal Pisa grazie ad una spettacolare rete su calcio di punizione di Carparelli, cerca il bottino pieno contro la Juve Stabia, ancora a zero punti. Gli uomini di Sciannimanico sanno bene che al “Putilli” domani non sarà una passeggiata, le “Vespe” di mister Braglia cercheranno in tutti i modi di abbandonare l’ultimo posto in classifica. Quello 0 alla casella vittorie stride e non poco con i programmi di inizio stagione della società napoletana.

Stesso discorso anche per il Siracusa di mister Romano, alla ricerca come i gialloblu dei primi punti della stagione. Tra le fila aretusee non ci saranno i nuovi arrivi Lucenti e Mancino; L’Andria Bat, che sarà di scena nuovamente in terra siciliana dopo la sconfitta subita domenica scorsa a Gela, si presenta invece al “Nicola De Simone”, al gran completo. 

Taranto e Gela, hanno gli stessi punti in classifica e la stessa voglia di bissarli, differenti invece gli umori. Si passa dall’euforia dei siciliani reduci dalla bella e convincente vittoria contro l’Andria al malumore dei pugliesi usciti sconfitti dall’anticipo di sabato scorso contro l’Atletico Roma. I rossoblu restano tra le maggiori indiziate alla vittoria finale; l’organico è di categoria superiore, ma basterà per riscattare prontamente la debacle capitolina?

Sarà, invece, ancora Lanciano ammazza grandi? La vittoria sul Benevento ha galvanizzato la piazza abruzzese, ora tutti si aspettano una grossa prestazione degli uomini di Camplone, anche contro il Foggia di Zeman che però è alla ricerca di riscatto dopo la scoppola casalinga rimediata contro la Lucchese. I satanelli, Zeman docet, vanno forte in trasferta, si prevede quindi una gara ricca di emozioni. Preparate il pallottoliere; visto che dopo appena due giornate i pugliesi fanno già registrare 5 reti all’attivo contro le 3 al passivo, ne vedremo delle belle anche domani. Del resto con Zeman in panchina il divertimento è assicurato.

Chiusura dedicata al derby del “Santa Colomba” tra Benevento e  Nocerina. C’è grande attesa tra le due tifoserie storiche rivali; la nostra speranza è che, a prescindere dal risultato del campo, domani a vincere sia lo sport. Ci auguriamo che si possa parlare solamente di calcio giocato, così com’è accaduto domenica scorsa tra Nocerina e Cavese.

Gli uomini di Cuttone cercheranno il pronto riscatto contro la Nocerina, magari bissando il successo interno della prima giornata. Formazione ancora da decidere ma con diverse novità anche tattiche rispetto alle precedenti esibizioni nelle gare ufficiali, pure se Cuttone dovrebbe confermare il collaudatissimo 4-4-2. Per il derby del riscatto, dunque, in campo ci sarà un Benevento semi-nuovo che dovrebbe schierare dal primo minuto l’ex juventino Bianco, oltre agli ultimi arrivati Zito e Viola. Non c’è l’altro neoacquisto Joelson che ha bisogno di qualche settimana di lavoro per mettersi in forma.

Dubbi sull’undici che scenderà in campo al “Santa Colomba” anche in casa Nocerina. Si parte dal 3-4-3 marchio di fabbrica di casa Auteri, di sicuro ci sarà Bruno a far compagnia a De Liguori nel cerchio di centrocampo e non sono da escludere gli innesti dal primo minuto di Pomante e Di Maio a rinforzare il reparto difensivo. In avanti uno tra Catania e Galizia potrebbe far posto al capitano Giovanni Cavallaro, rimasto inizialmente in panchina domenica scorsa contro la Cavese. 

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button