Ultime news

Girone B in cerca di conferme e riscatti

Si attendono conferme ed eventuali riscatti dalla quinta giornata del girone B di Prima Divisione, con molte squadre che in settimana hanno sparato gli ultimi botti di mercato. E’ il caso innanzitutto dell’Atletico Roma, regina della classifica ma anche del mercato, con gli ingaggi del centrocampista Baronio, ex Lazio, e dell’esterno offensivo Mauro Esposito, l’ultimo anno a Grosseto in B ma protagonista in passato in massima serie con Cagliari e Roma e con qualche apparizione in Nazionale.

Atletico Roma che prova ad innestare la quinta in casa di un Foligno ancora imbattuto e deciso a restare nella scia delle prime. Gli umbri di Matrecano, reduci dallo spettacolare 4-4 di Vasto contro il Foggia, dovranno probabilmente fare a meno del difensore Iacoponi infortunato. Pronta ad approfittare dei punti persi da una delle due la Lucchese di Favarin. Interrottasi domenica ad Andria la scia di vittorie si cerca di tornare ai tre punti in casa contro il deludente Cosenza di questo inizio campionato. I rossoblu dopo la sontuosa campagna acquisti e l’esordio vincente contro la Juve Stabia sono incappati in una serie di pareggi che ne limitano per ore le ambizioni. Si resta in attesa dei primi segnali convincenti da parte dei vari Mazzeo, Degano e Matteini.

Cercano il ritorno alla vittoria anche Taranto e Virtus Lanciano, sempre vittoriose nelle gare giocate finora in casa, e che ospitano rispettivamente Andria e Gela. L’allenatore degli ionici Brucato non sembra ancora aver trovato la quadratura del cerchio di una squadra ricca di individualità ma ancora alla ricerca della giusta identità. Previsto un nuovo cambio di modulo, con il passaggio al 4-2-3-1, e gli inserimenti di Di Deo a centrocampo e Rantier sulla linea dei trequartisti. Trasferta vietata per i tifosi andriesi non in possesso di tessera del tifoso. Fa affidamento sul terreno amico del “Biondi” anche il Lanciano, con Camplone che fa a meno dello squalificato Ferraro ma deciso a riscattare il brutto stop patito domenica a Viareggio. Sulla strada che conduce i rossoneri ai tre punti si frappone un Gela rinfrancato dalla vittoria ottenuta allo scadere domenica contro la Cavese, ma ancora a secco di punti in trasferta.

Trasferta a Pisa invece per la Juve Stabia, reduce dalla sonante vittoria casalinga ai danni del Siracusa e che sembra poter contare finalmente sulla piena forma del bomber Corona. I gialloblu dopo le due sconfitte raccolte nelle prime due giornate sembrano aver iniziato a marciare a dovere. Braglia cerca conferme in casa della squadra che aveva condotto in B tre stagioni fa, prima del fallimento dei nerazzurri. Pisani ancora senza vittorie e con un ambiente già in fibrillazione, nonostante il doppio salto effettuato in estate, con il tecnico Cuoghi già a rischio esonero.

Sembra non rischiare, almeno a parole, il tecnico del Benevento Cuttone, subito riconfermato dalla proprietà dopo la pesante sconfitta di Roma, ma chiamato ad un pronto riscatto domani al Santa Colomba contro il Siracusa. Perdere altri punti per strada, per giunta contro una squadra sembrata in netta difficoltà in questo inizio campionato, potrebbe costare caro al tecnico siciliano che ha disposizione un organico da promozione diretta, nel quale però non sono ancora riusciti ad integrarsi gli altisonanti acquisti estivi. Sfugge ad ogni pronostico come sempre il Foggia di Zeman (12 gol fatti e 12 subiti in quattro giornate). Gli rende visita il Barletta reduce dalla sconfitta di Nocera e rinforzato in attacco dall’arrivo di Massimo Margiotta, tuttavia non disponibile per la gara di domani.

Spera quindi in una giornata finalmente tranquilla il portiere rossonero Ivanov, visto l’anemico attacco pugliese “ammirato” sette giorni fa al San Francesco.

Distratta dai problemi societari la Cavese alla ricerca della prima vittoria stagionale contro una Ternana fortemente rinforzata negli ultimi giorni dagli arrivi dei vari Giubilato, D’Antoni e Vailatti. Il presidente Deodati fa sul serio e, dopo l’immobilismo estivo, sta cercando tra gli svincolati calciatori in grado di dare ai rossoverdi una fisionomia da primi posti. In casa aquilotta si spera in qualche altra prodezza del giovanissimo Ciano.

Chiudiamo con la Nocerina, chiamata a replicare al cospetto del Viareggio il successo colto domenica contro il Barletta. I rossoneri devono sfruttare al meglio il doppio turno casalingo contro i toscani, orfani degli infortunati Pizza, Modica e Brini Ferri, mettendo fieno in cascina in attesa dell’ottobre di fuoco che attende la truppa di Auteri.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button