Ultime news

Siracusa, presentato il nuovo allenatore. Ugolotti: «Dobbiamo sbloccarci»

La quinta sconfitta consecutiva, maturata in quel di Benevento, è costata cara a mister Giuseppe Romano. Esonerato, in diretta tv, al triplice fischio. La società era stata chiara alla vigilia. Al “Santa Colomba” l’ultima chiamata per l’allenatore palermitano. E’ andata male. Decisivo il penalty siglato da Evacuo. Siracusa ultimo in classifica, fermo a zero punti e con zero gol all’attivo. Sterzata obbligatoria.

Nella tarda serata di ieri, negli uffici del presidente Luigi Salvoldi, è stato trovato l’accordo con il nuovo tecnico. Si tratta di Guido Ugolotti, la scorsa stagione al Foggia (che portò alla salvezza tramite play out ndr) e prima ancora all’Arezzo. Ha guidato anche la Sambenedettese, l’Acireale e il Gela. Conosce la categoria ed è ben abituato a soffrire e lottare per non retrocedere. Ciò che serviva a questo Siracusa. Sarà affiancato da Fabio Andreozzi, suo fidato collaboratore tecnico.
Questo pomeriggio, al Centro Sportivo Erg, la prima seduta di allenamento, davanti a tantissimi tifosi presenti. Al termine, appuntamento con la stampa per il nuovo allenatore. Che ha iniziato parlando della partita vista a Benevento. “Giusta la preoccupazione dell’intero ambiente – precisa Ugolotti – ma ho visto una squadra che ha lottato, nonostante tutto, fino al novantesimo. Dobbiamo aspettare, recuperare qualcosa anche a livello fisico. Ma ripeto, non ho visto una brutta squadra. Qualcuno lo conosco (ha già allenato in passato sia Moi che Mancino ndr), bisognerà lavorare tanto. Normale”.
Lo zero della casella dei gol realizzati non lo spaventa. “Non mi preoccupa. Le qualità ci sono. Bisognerà trovare l’amalgama giusta. E soprattutto l’entusiasmo che pian piano è andato perdendosi”. E magari riordinare qual cosina a livello tattico. “In alcuni frangenti – continua Ugolotti – la squadra era troppo lunga in campo. Mentre bisognava essere più corti tra i reparti”. Capitolo rinforzi. “Solitamente non sono un mister che chiede la luna ai propri dirigenti. In determinati ruoli siamo carenti, magari in difesa. Mentre abbondiamo in esterni offensivi e in attacco. Ho trovato una società che vuole centrare la salvezza. Sappiamo benissimo che qualcosa manca, ma ho bisogno di tempo per valutare meglio questi ragazzi. Specialmente il gruppo formato dai giovani”.
Domenica al via, un nuovo campionato per gli azzurri. Al “De Simone”, però, arriverà una squadra di tutto rispetto come la Nocerina, guidata dai siracusani Auteri e Cassia. “D’ora in poi chiunque verrà, sarà affrontato con grande rispetto, ma senza alcuna paura. Dobbiamo essere bravi a toglierci quest’angoscia. Questo gruppo ha bisogno di fiducia. Lavorerò, inizialmente, per sbloccare la testa di questi ragazzi. Guardiamola a maggio la classifica”.
Domani doppia seduta, sempre al Centro Sportivo di Via Piazza Armerina. Si comincia di mattina alle ore 10. Nel frattempo, è già iniziata la prevendita per la sfida interna di domenica 26 settembre. Tagliandi acquistabili presso i soliti punti vendita autorizzati: Bar Serafino (Via Piave), Ristorante “Marea Ortigia Punta Est” (Riva Nazario Sauro), Jolly Bar (Viale Tica) ed Eurobet (Agenzia di Scommesse, Viale Scala Greca).

Danilo Ruggiero, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button