Ultime news

Atletico Roma in cerca di riscatto, Taranto Nocerina e Gela in agguato

Cerca il ritorno alla vittoria l’Atletico Roma nella decima giornata del girone B di Prima Divisione. I capitolini, bloccati dalla Nocerina due settimane fa, sono reduci dal pareggio di Viareggio e ospitano oggi pomeriggio al Flaminio il Foggia di Zeman. Il tecnico boemo, il cui ritorno nella capitale dopo le esperienze sulle panchine di Roma e Lazio ha calamitato l’attenzione di addetti ai lavori e appassionati capitolini, dovrà fare a meno del folletto Insigne infortunatosi domenica scorsa contro l’Andria, ma non per questo la sua squadra reciterà il ruolo di vittima sacrificale. L’obiettivo dei romani resta quello di tenere a bada l’avanzata di Gela e Nocerina, ripescate in estate e vere sorprese di questo inizio campionato. I siciliani hanno espugnato Castellammare domenica scorsa e vengono da quattro vittorie nelle ultime quattro partite: al Presti, contro un Viareggio rinvigorito dal buon punto conquistato contro l’Atletico Roma, l’occasione di continuare la striscia positiva. In settimana si è unito al gruppo di Provenza il difensore Gennaro Porpora svincolato dopo il fallimento del Real Marcianise. La Nocerina va invece a Terni, su un campo sempre difficile ma contro una squadra che, pur avendo recuperato gli infortunati Giubilato e Noviello, sembra non aver tratto eccessivo giovamento dall’arrivo di Orsi in panchina. Domenica scorsa pareggio a Lanciano contro un avversario ridotto in nove uomini per metà partita e rischiando in più occasioni la capitolazione. Tra i rossoneri ritorna disponibile Cavallaro. Vede il primo posto anche il Taranto a quota 17. I rossoblu, reduci dal burrascoso pareggio di Benevento che ha portato in dote le squalifiche per due turni dei portieri Bremec e Barasso e del capitano Antonazzo, cercano allo Iacovone, dove finora hanno sempre vinto, i 3 punti contro un Barletta sempre ultimo ma sfortunato nelle ultime due gare contro Siracusa e Cavese, dove ha perso 3 punti oltre il 90′. Esordio tra i pali rossoblu per il diciassettenne Goio. Vuole tornare alla vittoria anche il Benevento, fermato domenica proprio dai pugliesi dopo 4 vittorie consecutive, a Pisa in casa di una squadra che sembra aver finalmente trovato la giusta quadratura e che all’Arena Garibaldi ha conquistato due vittorie nelle ultime due apparizioni. Cuttone dovrà fare a meno di D’Anna ed Evacuo infortunati, due assenze importanti per il gioco dei giallorossi. Trasferta ostica anche per la Virtus Lanciano che va in casa di un Siracusa che ha sfatato domenica a Foligno il tabu esterno conquistando il primo punto lontano dalla Sicilia, e che cerca di continuare al De Simone la striscia di vittorie casalinghe, allontanandosi dall’ultimo posto distante solo due punti. Partita spartiacque sembra essere Cosenza-Foligno. I rossoblu di Somma a Nocera hanno collezionato la terza sconfitta consecutiva e non vincono in casa dalla prima giornata ed in generale sono apparsi nell’ultimo mese in preoccupante calo fisico. Gli umbri dopo la vittoria di Terni sono incappati in un inatteso pareggio interno contro il Siracusa che ha frenato le ambizioni immediate degli uomini di Matrecano. Per entrambe l’occasione di agganciare finalmente le zone alte di classifica in caso di vittoria. Obiettivo rilancio anche per la Lucchese. I rossoneri di Favarin, che studia possibili varianti tattiche come la difesa a quattro, cercano a Cava una prestazione finalmente convincente dopo il pareggio casalingo di domenica contro il Pisa che ha messo fine alla serie di sconfitte. Di fronte troveranno una Cavese che ha portato a casa domenica scorsa un prezioso pareggio da Barletta e che, pur dovendo fare a meno del leader difensivo Troise, può contare sulla vena di Ciano e Schetter in attacco e sul rientro dalla squalifica di Turienzo. Per i toscani pesante potrebbe rivelarsi l’assenza per squalifica dell’attaccante Marotta, tornato al gol domenica dopo un periodo di assenza per infortunio. Al limite della zona play-out si gioca Andria-Juve Stabia. I campani vengono dalla brutta sconfitta interna contro il Gela e da un periodo non positivo dal punto di vista tecnico e ambientale. Non sembra un buon viatico per affrontare un avversario che in casa si fa sempre rispettare e che domenica a Foggia era in vantaggio fino al 90′ per poi subire due gol in pieno recupero. Papagni non recupera Nicolao e Cavalli ma porta in panchina il neo acquisto Del Core, ancora in ritardo di condizione.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button