Ultime news

Auteri esalta la Nocerina: «partita quasi perfetta»

Grande soddisfazione in casa rossonera dopo il successo contro il Cosenza; il tecnico Gaetano Auteri commenta così la gara dei suoi: “è stata una partita quasi perfetta; abbiamo commesso un errore sul gol subito, con la difesa completamente schierata, ed avremmo potuto sfruttare meglio qualche occasione per chiudere il match ma nel complesso abbiamo vinto con merito.” Il tecnico elogia l’approccio dei suoi: “siamo stati sempre presenti dall’inizio alla fine; la squadra è sulla buona strada, siamo in netta crescita ma non bisogna adagiarsi e bisogna avere la giusta intensità in settimana; comunque abbiamo dato un segnale di maturità sotto l’aspetto della continuità.” I tifosi già sognano guardando la classifica, il tecnico, giustamente, frena: “francamente adesso non ha senso guardare la classifica; dobbiamo piuttosto guardare alla prestazioni: è giusto che la gente voli con la fantasia ma noi non lo possiamo perché dopo solo nove giornate i valori veri del campionato non sono ancora venuti fuori.”

Protagonista di giornata Emanuele Catania, ex indigesto per i silani: “abbiamo meritato la vittoria,” ha dichiarato l’attaccante rossonero, “stiamo crescendo come squadra e come condizione; personalmente mi fa piacere essere il capocannoniere della Nocerina ma i gol non mi esaltano, io gioco per la squadra, le soddisfazioni personali lasciano il tempo che trovano.” Nessuna voglia di rivalsa sulla sua ex squadra, nonostante la gioia per nulla nascosta dopo il gol: “Cosenza è una città che mi è rimasta nel cuore, non ho nessuna vendetta da consumare: è normale però che ora debba giocare al massimo per la maglia che indosso.”

A chiudere il presidente Giovanni Citarella: “voglio ringraziare soprattutto i tifosi,” ha dichiarato il massimo dirigente rossonero, “avevo chiesto di evitare invasioni di campo a fine gara perché le multe che siamo costretti a pagare tolgono fondi alla gestione della squadra ed hanno recepito alla perfezione il mio appello.” Dagli spalti al campo: “meritiamo la posizione di classifica che occupiamo al momento per quanto espresso finora; il nostro obiettivo resta quello di fare un campionato tranquillo ma non ci dispiacerebbe trasformarci da outsider a protagonisti.” Un presidente che, pur monitorando costantemente la squadra, quest’anno ha assunto una posizione più defilata: “ho fatto tesoro dei tanti errori commessi in passato ed a Luglio ho fatto le mie scelte, affidando al direttore sportivo ed al tecnico il compito di raggiungere gli obiettivi prefissati con un budget definito; ora mi godo il campionato da spettatore ed, ovviamente, quando si vince è tutto più bello.”

Nessun commento da parte silana dopo il match: il tecnico Mario Somma non si è presentato in sala stampa mentre l’atteso ex di turno, Fabio Mazzeo, dopo aver parlato con i cronisti calabresi ha rifiutato di rilasciare dichiarazioni alle testate campane perché irritato dai fischi subiti dal pubblico del San Francesco. Una reazione dettata probabilmente dal difficile momento che sta vivendo la formazione rossoblu, partita con il compito di stravincere il campionato e piombata, dopo la sconfitta del San Francesco, nelle zone basse della classifica.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button