Ultime news

De Liguori chiama a raccolta i tifosi: «Veniteci a sostenere numerosi»

Tra i tanti ex di turno di Nocerina-Taranto in programma domenica uno dei più rappresentativi è sicuramente Vincenzo De Liguori: cinque anni e mezzo da mastino di centrocampo e un ottimo ricordo lasciato in riva allo Ionio: “Domenica affronteremo un ottimo organico,” dichiara il centrocampista rossonero, “sarà una partita molto difficile. Pur avendo molte assenze, il loro tecnico può contare su alternative di ottimo livello che sicuramente non faranno rimpiangere i titolari”. Si passa poi ai ricordi personali: “A Taranto ho trascorso sei anni della mia vita, non è facile dimenticarli in fretta, ma per 90 minuti cercherò di metterli da parte”. Ma non c’è tempo per soffermarsi troppo sul passato, ora il presente si chiama Nocerina e c’è da continuare un cammino importante iniziato in questo inizio di campionato: “Stiamo passando un ottimo periodo, ma non dobbiamo cullarci su queste partite. Non abbiamo ancora vinto nulla, dobbiamo andare avanti partita per partita e continuare così”. La partita col Taranto, oltre che per De Liguori, sarà speciale anche per altri rossoneri protagonisti in passato con la maglia rossoblu. Il portiere Gori, tarantino di nascita e per militanza passata, Bruno, Catania, fino ad arrivare al ds Ivano Pastore, capitano dei rossoblu fino a due anni fa, ed al preparatore dei portieri Gentili. Nessuno di questi però, vista la grande esperienza su cui possono fare affidamento, si lascerà condizionare dall’emozione. Una mano De Liguori la chiede anche al pubblico rossonero, previsto in massa al San Francesco: “Mi aspetto il solito calore dal nostro pubblico e magari anche un numero maggiore rispetto alle altre gare. So che sono un po’ frenati per la questione tessera del tifoso, ma so anche che il pubblico di Nocera quando vuole è in grado di trascinare la squadra”.

 

Su www.nocerinachannel.it è disponibile l’intervista al centrocampista rossonero Vincenzo De Liguori.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto: Carmine Apicella)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button