Ultime news

Frena ancora l’Atletico, sorprendono Gela e Nocerina

L’Atletico Roma si ferma ancora. Dopo il ko interno con la Nocerina,infatti, i capitolini non vanno oltre l’uno a uno sul campo del modesto Viareggio. Ospiti in vantaggio, grazie al solito Ciofani, capocannoniere del girone con sette reti. Nella ripresa i padroni di casa trovano il meritato pareggio con Marolda, alla sua quarta rete stagionale. Nonostante il pareggio e una gara da recuperare l’Atletico resta in vetta alla classifica, con un punto di vantaggio su Gela e Nocerina. I siciliani espugnano il “Menti” di Castellammare , grazie a un gol di Docente, bravo ad approfittare di un rimpallo a lui favorevole. Per il Gela si tratta della quarta vittoria consecutiva, la quinta nelle ultime sei giornate. Situazione critica, invece, in casa Juve Stabia. Terza sconfitta casalinga stagionale per le vespe e dura contestazione della tifoseria alla dirigenza. Il copresidente Mannello minaccia di abbandonare,  dopo aver salvato la squadra dal fallimento.

La Nocerina, invece, batte il Cosenza, condannandolo alla terza sconfitta consecutiva. La cura Somma, insomma, non sembra giovare ai calabresi. Decide la partita l’ex di turno Emanuele Catania, autore di una bellissima doppietta. Inutile il gol del momentaneo pareggio siglato in mischia da De Rosa. A fine gara nessun rappresentante del Cosenza si presenta a microfoni e taccuini, dando inizio a una sorta di silenzio stampa che, con tutta probabilità, durerà fino alla gara di domenica prossima contro il Foligno.

In terza posizione, con 17 punti, troviamo Benevento e Taranto, che ieri si sono affrontate pareggiando a reti inviolate. Match piuttosto nervoso, caratterizzato da un’espulsione, ben otto ammonizioni e una rissa nel finale. La gara è stata controllata e dominata dal Benevento che, forte della superiorità numerica, ha cercato in più di una circostanza la via del gol. I tentativi di D’Anna, Clemente e Joelson, però, sono stati ben neutralizzati da Bremec, sicuramente uno dei migliori in campo. Staccato di due punti c’è il Lanciano, che non va oltre lo zero a zero casalingo con la Ternana. I padroni di casa, nonostante le espulsioni di Chiodini e di Di Cecco, hanno creato numerose palle gol e avrebbero meritato l’intera posta in palio. Tre legni colpiti e un super Visi hanno decretato il secondo pareggio consecutivo per gli abruzzesi. Ottimo il debutto sulla panchina della Ternana di Orsi, che ha conquistato un punto importante per il prosieguo del campionato. Staccato di un punto il Foggia trova la sua prima vittoria allo “Zaccheria”, battendo per due a uno l’Andria Bat. Il derby non è iniziato nel migliore dei modi per gli uomini di Zeman, andati in svantaggio a fine primo tempo, grazie alla rete di Ceppitelli. I rossoneri lottano fino alla fine e trovano i tre punti nei minuti di recupero. Al 43′ Sau ristabilisce la parità; al 47′ Iozzia di testa batte Spadavecchia. L’Andria Bat in crisi. I pugliesi hanno conquistato un solo punto nelle ultime tre giornate e si trovano a soli quattro punti di vantaggio dall’ultima posizione.

A quota dodici c’è invece il Foligno, bloccato sull’1 a 1,in casa, dal Siracusa, che è stato più intraprendente e forse avrebbe meritato la vittoria. Gli ospiti passano in vantaggio a inizio gara, grazie a De Angelis. I padroni di casa, però, non si arrendono e trovano il gol del pareggio nei minuti finali, grazie a Lavagna. Ottimo risultato, comunque, per il Siracusa, che raccoglie il suo primo punto lontano dal Nicola De Simone. In caduta libera  il Foligno che dopo il sorprendente inizio di torneo, ha ottenuto un solo punto nelle ultime tre gare casalinghe. A pari punti a quota 11 Pisa e Lucchese che ieri nel derby del Porta Elisa si sono divisi la posta in palio. Uno a uno il risultato finale, dopo una gara sostanzialmente equilibrata, sulla quale, però, pesano alcune decisioni dell’arbitro piuttosto discutibili. Reti siglate da Marotta per la Lucchese e da Tabbiani per il Pisa, che ha acciuffato il pari nei minuti finali di gara. La Lucchese, dopo quattro sconfitte consecutive, ottiene un punto importante che le permette di muovere un po’ la classifica. Passano invece a cinque per il Pisa i risultati utili consecutivi.

La sfida più spettacolare della giornata è lo scontro salvezza tra Barletta e Cavese. La gara termina tre a tre, con un secondo tempo al cardiopalma. I padroni di casa passano in vantaggio nella prima frazione di gioco, grazie a Guerri. Nella ripresa Schetter, subentrato a Sifonetti, pareggia con un bel gol di testa su punizione di Ciano. Proprio grazie alla stellina del vivaio del Napoli gli aquilotti ribaltano il risultato. Il Barletta non si arrende e trova prima il pareggi con Lucioni, che si ripete nel quarto minuto di recupero per il 3-2. Sembra finita ma ancora Camillo Ciano al fotofinish, trova il pareggio.

Tanti gli spunti interessanti anche nella prossima giornata del girone B di Prima Divisione. La capolista Atletico Roma sarà impegnata in casa, contro il Foggia, in una gara che si annuncia spettacolare. Nelle zone alte della classifica il Gela riceverà il Viareggio, mentre la Nocerina sarà ospite della Ternana. Il Cosenza, ancora alla ricerca della prima vittoria della gestione Somma giocherà tra le mura amiche, contro il Foligno. Il derby pugliese tra Taranto e Barletta potrebbe offrire importanti risvolti alla classifica, sia in testa che in coda.

 

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA  

Back to top button