Ultime news

Il prossimo avversario: Cosenza Calcio 1914

Dopo lo scorso campionato conclusosi in maniera pessima, il Cosenza quest’estate si è rifatto totalmente il look. E’ cambiata la società, è cambiato il direttore generale ed è cambiato anche l’allenatore. Il gruppo che ha condotto i rossoblù dalla D in C1 ha passato la mano a Giuseppe Carnevale, poi quest’ultimo ha fatto altrettanto con Luca Pagliuso, figlio del vecchio patron Paolo Fabiano ai tempi della B. Mimmo Toscano inizialmente era stato scelto ancora come tecnico, ma delle incomprensioni con il nuovo dg Castagnini hanno fatto sì che il rapporto s’interrompesse. La squadra è stata affidata a Stringara che ha iniziato da subito a lavorare alacremente, ma che dal campo non ha ottenuto grossi risultati. Dopo sette giornate il suo bottino è stato di due vittorie, una sconfitta e quattro pareggi. L’esonero è arrivato dopo il ko di Barletta. Al suo posto è stato scelto un coach di categoria superiore, un motivatore, un sergente di ferro: Mario Somma. Il nuovo allenatore, tuttavia, ha esordito con un’altra sconfitta: 2-1 in casa col Benevento ma ha lasciato intravedere dei progressi.

 

LA ROSA

PORTIERI

 

GIANCARLO PETROCCO  (33)
FRANCESCO DE LUCA (20)
ANTONIO GALEANO (21)

DIFENSORI

 

LUCA CHIANELLO (22)
ALESSANDRO BERNARDI (23)
ANDREA GIACOMINI (23)
VITO DI BARI (27)
EMANUELE MUSCA (25)
DIEGO GABRIEL RAIMONDI (33)
STEFANO FANUCCI (31)
WAGNER FOGOLARI (21)
GAETANO UNGARO (23)


CENTROCAMPISTI

 

STEFANO FIORE (35)
ADRIANO FIORE (29)
FRANCESCO DE ROSE (23)
FABIO ROSELLI (27)
NIKOLA OLIVIERI (23)
TOMASO COLETTI (27)
MIRKO MARTUCCI (22)

ATTACCANTI

 

RAFFAELE BIANCOLINO (33)
MATTIA GAGLIARDI (18)
DAVIDE MATTIENI (27)
DANIELE DEGANO (28)
AYUB DAUD (20)
OUSSAMA ESSABR (21)
FABIO MAZZEO (27)

 

SOCIETA’

 

Presidente: Giuseppe Citrigno
Vicepresidente: 
Consiglio d’Amministrazione:
Francesco Iannucci, Luca Pagliuso, Pino Citrigno
General Manager: Luca Pagliuso
Direttore generale: Renzo Castagnini
Team Manager: Alberto Urban
Segretario: Giuseppe Mangiarano
Pacchetto azionario:  Luca Pagliuso (98.5%), Umberto De Rose (7.5%), Pino Citrigno (1%), Luca Bruni (1%), Vittorio Iannucci (1%), Andrea Cariola (1%) 
Responsabile settore giovanile: Andrea Cariola
Rapporti con la tifoseria: Marcello Spadafora
Addetto stampa: Valerio Caparelli

STAFF TECNICO

 

Allenatore: Mario Somma
Vice allenatore: Luigi De Rosa
Allenatore dei portieri: Nicola Di Leo
Preparatore atletico: Pino Pincente
Medici: Enrico Costabile, Ippolito Bonofiglio
Fisioterapisti: Felice Arieta, Ercole Donato

STADIO

 

Indirizzo della sede sociale:  Viale Magna Grecia c/o Stadio San Vito
Telefono:  0984 392992
Fax:  0984 392992
Orari:  09.00 / 13.00 – 15.00 / 19.00
Indirizzo postale:  Viale Magna Grecia c/o Stadio San Vito
Colori sociali:  Rosso / Blu
Campo principale:  Comunale “San Vito” – Via degli Stadi snc – Tel. 0984 813338
Capienza spettatori:  24.400 – Fondo: Erboso – mt. 105 x 68
Campo “Berretti”:  “Emilio Morrone”- Via Popilia – Centro Sportivo Marca – Tel. 0984 396177
Capienza spettatori:  1.000 – Fondo: Erboso – mt. 100 x 60

 

IL PUNTO

 

I due ko di fila rimediati dal Cosenza contro Barletta e Benevento hanno avuto l’effetto di far crollare di botto le aspettative dei tifosi rossoblù. In seno al pubblico di fede silana c’è la convinzione di poter ancora far bene, ma l’inizio col freno a mano tirato ha fatto emergere una serie di musi lunghi. Troppi infortuni (i fratelli Fiore, Ungaro, Bernardi e Chianello sono ancora fermi ai box, mentre Biancolino ha passato molto tempo in infermeria) sono stati la causa di una classifica al di sotto delle aspettative.

 

Questo il rendimento dei Lupi analizzato reparto per reparto:

 

PORTIERI – Giancarlo Petrocco è il titolare inamovibile e in questo inizio di stagione ha salvato ripetutamente la porta rossoblù dagli attacchi degli avversari. Senza dubbio è stato il migliore elemento della rosa.

DIFENSORI- L’arrivo di Raimondi ha dato maggiore stabilità ad un reparto l’anno scorso finito nell’occhio del ciclone per una serie di papere clamorose. Sotto la gestione Stringara la fase di non possesso è stata curata nei minimi particolari e i componenti del reparto hanno fatto (sembrerebbe…) qualche passo in avanti.

CENTROCAMPISTI- La squadra è stata costruita attorno a Stefano Fiore, ma venuto meno il capitano sono iniziati i guai. E’ il reparto con meno classe del Cosenza e dove Roselli, Coletti e De Rose non possono sopperire al ko del numero dieci. Probabilmente manca qualità nel cerchio di centrocampo ed i muscoli dei mediani non bastano.

ATTACCO- Sulla carta è da categoria superiore. In pratica ha siglato soltanto un gol e per di più su calcio di rigore.  Biancolino stenta ad entrare in forma dopo un fastidioso infortunio muscolare, mentre Matteini e Mazzeo sembrano la brutta copia dei calciatori ammirati negli scorsi campionati. Bene Degano con qualche pausa di troppo. Daud ed Essabr stanno cercando di dire la loro, mentre sul trampolino di lancio c’è il giovane Gagliardi. Ha diciotto anni e si sentirà parlare di lui.

 

Antonello Greco, www.cosenzachannel.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button