Ultime news

Negro eroe di giornata; De Liguori e Catania super

GORI 6: nessuna parata decisiva per l’estremo difensore rossonero. Comanda piuttosto bene il reparto difensivo. Qualche responsabilità sul  primo gol dei laziali;

 

SCALISE 5.5: non sfodera una delle migliori prestazioni. Gli avversari gli vanno via spesso e volentieri. Non è troppo lucido nemmeno in fase di ripartenza;

 

DI MAIO 6.5: l’ex Catanzaro presidia al meglio la sua zona di competenza. Bravo anche in alcuni anticipi a centrocampo;

 

DE FRANCO 6.5: prova gagliarda. Ciofani, attaccante piuttosto temibile, viene annullato con estrema naturalezza;

 

POMANTE 6: non perfetta la sua prestazione al rientro dopo la squalifica, specie nella prima frazione di gioco, va in difficoltà in molte situazioni. Nella ripresa cresce il suo rendimento e riesce a prendere le misure agli avversari;

 

DE LIGUORI 7.5: il migliore del centrocampo, uno dei migliori in campo. Recupera un’infinità di palloni, soprattutto nel secondo tempo.  E’utilissimo anche in fase di impostazione del gioco;

 

CATANIA 7.5: due assist e un gol per l’attaccante esterno siciliano. Bravo  ad approfittare dello svarione di Doudou e a sbloccare il risultato. Delizia i presenti con un paio di giocate importanti;

 

BRUNO 7: si integra alla perfezione con De Liguori. Imposta sempre con lucidità il gioco. È ritornato ai livelli della gara con il Benevento;

 

CASTALDO 6.5: il suo lavoro è sempre importante per il gioco della squadra. Si impegna fino alla fine a dare una mano al centrocampo. Gli manca un po’ di lucidità sotto porta;

 

NEGRO 8: è l’eroe di giornata. Stende l’Atletico Roma con due gol di bellissima fattura. Da qualità e quantità al reparto offensivo. Nel secondo tempo chiede il cambio per qualche problema fisico;

 

BOLZAN 6.5 :dal punto di vista atletico è, sicuramente, il migliore. Corre a tutto campo per l’intera gara. È sempre pericoloso quando  si propone sulla fascia e arriva al cross;

 

NIGRO 5.5: Al rientro dopo l’infortunio va in difficoltà nei primi minuti complice anche la mascherina protettiva della quale si libera quasi subito. Inutile il fallo da rigore su Franchini, che ha permesso a Cofani di riaprire la gara;

 

CAVALLARO 5.5: Entra per dare freschezza al reparto offensivo, ma non riesce mai a tenere la palla in avanti e a creare grattacapi ai difensori laziali.

 

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button