Ultime news

Atletico e Benevento a caccia di punti in attesa del posticipo di lunedì

Anche alla dodicesima giornata, così come settimana scorsa, il girone B di Prima Divisione avrà la vetrina di Raisport per il posticipo di lunedì sera. Al Porta Elisa di Lucca si affronteranno Lucchese e Nocerina con stati d’animo diametralmente opposti. I padroni di casa, che hanno portato a casa solo due punti nelle ultime otto gare, cercano un successo che manca ormai da tempo. Non sarà ovviamente facile contro la capolista Nocerina, giunta domenica a cinque vittorie consecutive in campionato e per niente intenzionata a fermarsi. Tra i campani gli unici indisponibili restano Cavallaro e Sardo mentre Indiani, all’esordio casalingo, non potrà disporre dell’attaccante Biggi infortunato e del difensore Bertoli squalificato ma recupera Baldanzeddu e Marotta, infortunatosi al termine della sfortunata gara di Benevento, dove i toscani avrebbero meritato senz’altro di più.

Dietro la Nocerina, ma con una gara in meno, resta l’Atletico Roma che oggi pomeriggio al Flaminio contro l’Andria apre il turno di campionato. I capitolini non vincono da più di un mese e sono chiamati a farlo contro un’Andria anch’essa a secco di vittorie da tempo. Papagni non potrà contare sugli infortunati Nulicek e Berretti ma spera di avere un importante contributo in avanti dai finalmente disponibili Cavalli e Del Core.

Pronto a scalare altre posizioni in classifica il Benevento, tornato alla vittoria domenica e imbattuto da otto gare, con un Evacuo in più nel motore (doppietta alla Lucchese per lui al rientro domenica scorsa). Sulla strada dei sanniti c’è il Barletta ultimo in classifica ma che risulta in credito con la fortuna nelle ultime partite, dove ha raccolto molto meno di quanto meritato. Devono recuperare terreno Gela e Taranto. I siciliani (un punto nelle ultime due gare) sembrano aver smarrito quella brillantezza ammirata fino a poche settimane fa. La gara di domani non è tra le più facili, in casa di un Siracusa reduce dalla sorprendente e convincente vittoria di Foggia, dove si è potuto ammirare un Mancino (l’elemento probabilmente più tecnico degli aretusei) in grandissima forma, e da mercoledì per la prima volta fuori dai play-out dopo le penalizzazioni inflitte dalla Disciplinare a Cavese, Foligno e Foggia. Salteranno il derby tre squalificati: Petrassi per il Gela, Moi e Bufalino per il Siracusa. Per i biancoazzurri è notizia di ieri l’ingaggio del centrocampista Desideri, ex Foggia e fedelissimo di Ugolotti. Impegno sulla carta più agevole per il Taranto contro il Foligno allo Iacovone. Brucato potrà contare sui rientri del portiere titolare Bremec, dei difensori Antonazzo e Migliaccio e del centrocampista Pensalfini. Gli uomini di Matrecano, penalizzati di un punto in settimana dalla Disciplinare, domenica hanno dato segnali di ripresa contro il Pisa dopo un periodo poco brillante, e solo un rigore fallito da Cavagna ha impedito la conquista dei tre punti. Dato storico: il Foligno non ha mai vinto o segnato a Taranto.

Ai margini della zona play-off Virtus Lanciano e Cosenza, che si affrontano in una sorta di spareggio anticipato domani al San Vito. I rossoblu, dopo un periodo di assestamento, sembrano aver trovato finalmente la retta via con Mario Somma in panchina. Il 3-1 di domenica a Gela ha messo in luce anche la ritrovata forma di un Fabio Mazzeo tornato ai livelli che gli competono. Periodo non semplice invece per gli uomini di Camplone, sconfitti inaspettatamente domenica al Biondi dalla Cavese, e senza vittorie da quattro gare. Trattasi però di squadra che fuori dalle mura amiche riesce sempre a vendere cara la pelle. Molto interessante promette di essere anche Pisa-Foggia. I padroni di casa hanno ottenuto ben sette pareggi nelle prime undici gare e dovranno fare i conti con un ambiente che chiede finalmente a Carparelli e compagni una convincente vittoria tra le mura amiche. Avversario sempre imprevedibile risulta il Foggia, sconfitto domenica allo Zaccheria dal Siracusa, ma capace di giocarsela a viso aperto con chiunque. Cuoghi dovrà fare a meno del baby portiere Lanni, espulso domenica a Foligno, mentre Zeman rinuncia ancora a Rigione e Romagnoli in difesa e medita lo spostamento del mediano Kone nel ruolo di terzino destro. Cerca di inserirsi nell’alta classifica anche la Juve Stabia, a 13 punti ma con una gara da recuperare. Braglia, che in settimana ha richiamato più volte i suoi uomini ad una maggiore concentrazione, potrà disporre dell’intera rosa al Liberati di Terni contro una squadra che stava soccombendo domenica a Viareggio prima della sospensione della gara e che non sembra aver beneficiato del cambio tecnico. Dalle parole dei dirigenti rossoverdi, gli umbri puntano ancora ad un posto play-off: sembra arrivato il momento di dimostrarlo sul campo. Chiude la giornata Cavese-Viareggio. I campani sono in un ottimo momento di forma, avendo conquistato sei punti nelle ultime due gare, ma dovranno fare i conti con la mazzata che gli ha inflitto la Disciplinare mercoledì (5 punti di penalizzazione), riportandoli sul fondo della classifica. Bisogna riprendere la marcia contro i toscani di Scienza, che non vincono da sei giornate ma lo stavano facendo domenica contro la Ternana, prima della sospensione della gara. Una circostanza che ha creato non poco malumore nell’ambiente toscano.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button