Ultime news

Auteri: «Dobbiamo essere al massimo perché la Juve Stabia è una grande squadra»

La Nocerina riprende la preparazione, in vista del derby con la Juve Stabia, in quel di Pucciani, un po’ per preservare il manto erboso del San Francesco un po’ per aumentare la confidenza con il terreno di gioco sintetico, simile a quello che troveranno al Romeo Menti di Castellammare.

Agli ordini di mister Auteri si sono allenati tutti gli effettivi della rosa, tranne Catania che non ha ancora smaltito i postumi della febbre che lo ha tenuto fuori dalla gara con la Lucchese. Perricone e Sardo si sono allenati a parte, mentre Cavallaro si è riunito al gruppo svolgendo il lavoro completo.

La prima parte dell’allenamento è stata di carattere fisico atletico, poi si è passati ad una serie di esercizi a campo ridotto per migliorare il controllo di palla, l’intesa, gli scambi brevi ed il pressing sul portatore di palla. L’ultima parte dell’allenamento ha visto i calciatori dividersi in due squadre per svolgere una partitella a ranghi ridotti ed a metà campo. La squadra rossa schierava: Gori, Di Maio, Filosa, Scalise, Nigro, De Liguori, Bruno, Cavallaro, Galizia e Negro. I Blu mettevano in campo Amabile, Pomante, De Franco, Servi, Marsili, Riccio, Bolzan, Pepe, Castaldo e Rica. La partita si è conclusa sul 2-2 con reti di Castaldo e Pepe per i Blu e doppietta di Galizia per i Rossi.

Il clima è sereno e la squadra si allena con concentrazione e determinazione, e lo si può vedere anche nelle partitelle a metà campo sempre molto combattute, il tutto è utile per non abbassare la guardia in vista del derby con le vespe stabiesi. Dello stesso avviso anche mister Auteri, “E’ un campionato molto equilibrato, con molte squadre solide e forti, la Juve Stabia è una di queste – dichiara il mister ai microfoni di NocerinaChannel.it – dovremo esprimerci al massimo domenica, è un derby difficile, serve concentrazione”.

 

 

L’intervista completa a Mister Auteri è disponibile su www.nocerinachannel.it

 

Fabio Pagano, ForzaNocerina.it (foto Carmine Apicella)

 

Back to top button