Ultime news

Cavallaro – Galizia, la Nocerina vince anche in Coppa

SAN MARINO-NOCERINA 1-2


SAN MARINO (4-4-2)
: Bicchiarelli; Di Benedetto (1′ st Pelagatti), Nobili, Fogacci, De Santis; Vitaioli, Loiodice (1′ st Amantini), Pigini, Villanova; Cesca, Sciamanna (17′ st Poletti). A disp. Vivan, Magnanelli, Bugaro, Gasparello. All. Petrone
NOCERINA (3-4-3): Amabile; De Franco, Pomante, Riccio; Nigro, Lettieri (12′ st Castaldo), Marsili, Sardo; Pepe (36′ st Bolzan), Galizia, Cavallaro (23′ st Catania). A disp. Puca, Di Maio, Scalise, Negro. All. Auteri

ARBITRO: Benassi di Bologna

MARCATORI: 12′ pt Cavallaro (r.), 40′ pt Galizia, 39′ st Cesca

NOTE: giornata fredda e soleggiata. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: Villanova (SM); De Franco (N). Angoli 4-4. Espulso 41′ st l’allenatore del San Marino Mario Petrone per proteste. Spettatori 100 circa.
RECUPERO: pt 2′; st 3′.

Spazio ai giovani come nella gara contro il Lanciano. Mister Petrone recupera anche Loiodice che viene schierato in mezzo al campo con Pigini. Sugli esterni spazio a Vitaioli da una parte e Villanova dall’altra. Difesa a quattro con centrali la coppia Nobili-Fogacci supportati da Di Benedetto e De Santis. DavantiCesca e Sciamanna. La Nocerina risponde con un 3-4-3. Anche Auteri predilige le seconde linee (sono rimasti a casa gli infortunati Servi e Filosa oltre a Gori e De Liguori lasciati a riposo in vista del match di domenica contro il Foligno). E allora spazio ai giocatori meno utilizzati supportati dagli esperti De Franco e Cavallaro. Gli ospiti partono subito bene e al 2′ Galizia si mangia un gol già fatto davanti a Bicchiarelli spedendo alto. Tempo dieci minuti e la Nocerina passa: fallo di mano un po’ dubbio di Di Benedetto punito dal fischietto emiliano con il rigore trasformato poi da Cavallaro. Sul fronte opposto opportunità anche per il San Marino con Villanova che cade in area, forse sbilanciato da Pomante. Benassi, invece, la pensa in tutt’altro modo e punisce con il giallo l’esterno sammarinese per simulazione. Biancazzurri in avanti al 29′ con Sciamanna che prova a sfondare e poi conclude di sinistro debolmente con Amabile che para a terra. Il San Marino, però, soffre l’iniziativa rossonera e al 32′ ci prova ancora Cavallaro dal vertice sinistro con una conclusione a giro preda di Bicchiarelli. Tempo otto minuti e la Nocerina passa ancora: Galizia conclude davanti a Bicchiarelli, la palla arriva a Di Benedetto che sul disimpegno scivola favorendo ancora Galizia che ruba palla e spedisce nell’angolino basso alla sinistra di Bicchiarelli. Si va alla ripresa. C’è bisogno di dare una scossa e così Petrone cambia completamente le carte inserendo Pelagatti per Di Benedetto e Amantini per Loiodice. I biancazzurri prendono fiducia e al 16′ è Cesca a cercare la via del gol con un rasoterra sul quale si avventa Amabile. Dieci minuti più tardi Marsili trova, invece, la respinta di Bicchiarelli con i pugni. Il tecnico campano gioca al 17′ la carta Poletti. Il nuovo ingresso da subito vivacità alla manovra biancazzurra. Al 28′ Cesca apre sulla corsia di destra per Vitaioli, destro sul quale si oppone Amabile, la palla arriva dalla parte oppsta a Villanova il cui sinistro sbatte sulla difesa e termina in angolo. Il San Marino sembra trovare la trama giusta e al 39′ accorcia con il solito Cesca che da fuori area scarica un destro rasoterra che non lascia scampo ad Amabile. Il pressing dei titani si fa insistente, ma non basta. A vincere è la Nocerina. Il San Marino, invece, tornerà in campo mercoledì prossimo allo stadio Flaminio contro l’Atletico Roma.


L’INTERVISTA


Marco Pepe: “Ci teniamo a fare bene anche in Coppa”

 

 

Tra i primi ad uscire dagli spogliatoi c’è il centrocampista Marco Pepe. Soddisfatto il numero sette classe 1986. “Ci teniamo ad andare avanti. Non vogliamo, infatti, sminuire il valore della Coppa Italia. E poi è sempre un piacere vincere, anche se nel finale il San Marino è riuscito ad accorciare le distanze e ci ha creato qualche difficoltà”. Coppa Italia a parte, adesso il pensiero va tutto al campionato. Domenica, infatti, si va a Foligno. “Ogni partita ha una storia a sé e ogni squadra, indipendentemente dalla posizione in classifica, può creare difficoltà. Dobbiamo fare la nostra partita e puntare alla vittoria”.

 

Lorenzo Orefice; ForzaNocerina.it

Back to top button