Ultime news

Di Maio carica i suoi: «in campo senza timori»

Sette goal in trentatré presenze sono un bottino invidiabile soprattutto se è a metterle a segno è un difensore. Roberto Di Maio lo scorso anno era l’arma in più del Catanzaro di Auteri, nei blocchi sui calci da fermo spesso e volentieri spuntava la sua testa e spesso e volentieri  era goal, addirittura quando le cose si mettevano male per i giallorossi il tecnico siracusano lo schierava centravanti aggiunto dall’alto del suo metro e ottanta. Quest’anno con Nocerina la magia sembrava potersi ripetere. Prima ufficiale con la maglia rossonera e primo goal nel derby contro il Benevento, al solito modo. Una magia che però è durata lo spazio di quell’attimo, da allora il difensore rossonero non è più riuscito a riassaporare quella gioia. Un po’ perché gli avversari nel frattempo si sono organizzati, vedi Taranto domenica scorsa, ma soprattutto perché in fondo Roberto Di Maio di mestiere fa tutt’altro e fin quando la Nocerina continua a poter vantare anche la seconda difesa del campionato oltre al primato va bene così: “Sinceramente non me ne faccio un problema – conferma il diretto interessato ai microfoni di NocerinaChannel.it –  quando fanno goal gli attaccanti sono più contento, l’importante è che noi difensori continuiamo a fare bene il nostro lavoro così come abbiamo fatto in queste prime undici giornate di campionato. Spero che un nostro goal possa arrivare magari al momento giusto quando veramente ce n’è bisogno, come è già successo per Filosa a Terni”.

Giusto il tempo di glissare sull’argomento anticipo: “Non posso negare che un po’ mi fa piacere ma pensiamo a noi” e poi sotto con la Lucchese: “Lucca è una piazza abbastanza esigente e abituata a ben altri risultati rispetto a due miseri pareggi conquistati nelle ultime sette gare. Sarà una gara durissima. Lo posso affermare con certezza perché i miei genitori abitano lì, e so che l’ambiente è abbastanza caldo e vogliono ritornare alla vittoria. La Nocerina dovrà fare la sua solita partita, senza farsi intimorire, non dovrà concedere nulla soprattutto sotto l’aspetto mentale”. Gli facciamo notare che gli animi probabilmente saranno ancora più aspri perché  i toscani non hanno dimenticato il rotondo cinque a zero che la Nocerina gli rifilò lo scorso anno e lui prova a scherzarci su: “Vuol dire allora che la Lucchese porta bene alla Nocerina, ma cinque goal mi sembrano esagerati mi sta bene anche lo 0-1″.

 

L’intervista completa a Roberto Di Maio è disponibile su www.nocerinachannel.it

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

Back to top button