Ultime news

Sul girone B si abbatte il maltempo e il ciclone Nocerina

Una undicesima giornata falcidiata dal mal tempo quella girone B di Lega Pro Prima Divisione che si è disputata tra domenica e lunedì, che fortunatamente però ha causato la sospensione di sole due gare. Viareggio – Ternana stoppata al 19′ del secondo tempo, sul punteggio di uno a zero per i toscani e il posticipo di ieri sera, tra Juve Stabia e Atletico Roma sospeso dopo venti minuti del primo tempo, con i capitolini che erano passati in vantaggio, grazie a un’autorete di Scognamiglio.

Sul girone B non si è abbattuta solo la pioggia ma anche il ciclone Nocerina. I molossi hanno battuto uno a zero il Taranto ed aumentato il vantaggio sulle inseguitrici confermandosi al primo posto del raggruppamento. Decide il goal di Castaldo sul finire del primo tempo con i pugliesi che, per la verità, non hanno mai impensierito più di tanto la capolista. Per la Nocerina si tratta del sesto risultato utile consecutivo tra le mura amiche; mai una sconfitta tra le mura amiche, solo la Cavese alla seconda di campionato è riuscita a portare via un punto. In seconda posizione, a far 0compagnia all’Atletico Roma c’è il Benevento, che ha battuto due a uno la Lucchese. Gara piuttosto difficile per gli stregoni, che hanno sbloccato il risultato solo grazie all’ingresso di Felice Evacuo, autore di una doppietta. Inutile il gol nei minuti finali di Grassi, che rende solo meno pesante il passivo. Per la Lucchese si tratta della quarta sconfitta esterna consecutiva. I sanniti, invece, continuano la loro striscia positiva al “Santa Colomba”, che si conferma essere fortino inespugnabile.

A quota diciannove punti c’è il Gela, che è stato sconfitto per tre a uno, a domicilio, dal Cosenza. Succede tutto nel primo tempo. I calabresi passano in vantaggio al quarto d’ora, con Daud. I padroni di casa ristabiliscono la parità, grazie a un bellissimo calcio di punizione di D’Amico. A questo punto sale sugli scudi Fabio Mazzeo, autore della doppietta che decide la gara. Seconda vittoria consecutiva per i calabresi, che sembrano, ormai, rivitalizzati dalla cura Somma. A quota diciassette il Lanciano, che dopo i quattro zero a zero consecutivi viene sconfitto in casa dalla Cavese. Ci pensa il solito Camillo Ciano, autore di una doppietta, a regalare un successo fondamentale alla Cavese in zona retrocessione anche alla luce dell’imminente penalizzazione che in giornata dovrebbe essere inflitta ai metelliani. Il Lanciano, che nel mese di Ottobre ha vinto una sola partita, “guadagna” la prima sconfitta al “Biondi” e i primi fischi dei suoi tifosi.

Staccato di due punti troviamo il Foggia, battuto due a zero in casa dal Siracusa. I rossoneri di Zeman a tratti sono sembrati irriconoscibili, consentendo all’ex di turno Mancino di mettere a segno la doppietta che decide l’incontro. Migliore in campo per il Foggia l’estremo difensore Santarelli, che evita la goleada con almeno quattro interventi decisivi. Quarto risultato utile consecutivo per il Siracusa, anche in questo caso il cambio in panca sta producendo gli effetti sperati. Ora, infatti, la classifica è, sicuramente, meno deficitaria per i siciliani.

A quota tredici, insieme a Cavese e Juve Stabia c’è il Foligno. Gli umbri non sono andati oltre l’uno a uno casalingo, contro il Pisa. Padroni di casa in vantaggio, grazie a Falcinelli. Il Pisa trova il pareggio sul fotofinish, con il solito Carparelli. Peccato per i padroni di casa che avrebbero potuto chiudere la gara con un calcio di rigore, fallito da Cavagna. Secondo uno a uno consecutivo tra le mura amiche per gli umbri, che non vincono in casa dal 5 settembre, due a zero contro il Viareggio.

L’unico zero a zero di giornata si registra nel derby salvezza tra Andria e Barletta. Troppa la paura di perdere per entrambe le squadre, che annaspano nelle zone basse di classifica. Le emozioni più grandi le hanno date le due tifoserie, che hanno rinnovato il loro gemellaggio che, ormai, dura da diversi anni. L’Andria torna a fare punti dopo due sconfitte consecutive, anche se i pugliesi non vincono in casa da più di un mese.

Nella prossima giornata di campionato la Nocerina sarà chiamata a difendere il primato a Lucca nel “derby” tutto rossonero con la Lucchese. I molossi non hanno nessuna intenzione di mollare la testa della classifica, contro una Lucchese in evidente difficoltà che il neo tecnico Indiani ha chiesto e ottenuto di portare in ritiro.  Il Foggia sarà ospite del Pisa, per tornare immediatamente alla vittoria dopo il ko interno di domenica. Interessante sarà anche la sfida testa-coda, tra Barletta e Benevento. Così come Il derby siciliano, tra Siracusa e Gela, potrebbe essere fondamentale sia per la zona play off, che per quella retrocessione.       

 

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button