Ultime news

Castaldo elogia la Nocerina: «abbiamo dimostrato di essere una grande squadra»

È il match-winner di giornata ad aprire le danze in sala stampa al termine della gara fra Nocerina e Pisa; Gigi Castaldo analizza così l’andamento dell’emozionante sfida contro l’undici toscano: “nel primo tempo siamo stati un po’ in difficoltà ma poi siamo stati bravi a fare la nostra partita nella ripresa;” dichiara l’attaccante rossonero, “abbiamo dimostrato di essere una grande squadra, non è facile rimontare due gol al Pisa ma va dato merito al mister che ha cambiato volto al match.” Quello di oggi è il settimo sigillo in campionato per Castaldo: “sto facendo bene anche dal punto di vista realizzativo ma il merito va alla squadra che mi assiste alla grande; se riusciamo a tenere questi ritmi possiamo divertici contro tutti gli avversari.” Le ultime parole spese per i tifosi giunti in massa al San Francesco: “anche oggi i tifosi ci hanno dato una grande mano; ci hanno aiutato a compiere quest’impresa.”

In rete anche Catania, all’ottavo centro in campionato: “la squadra ha dimostrato carattere; negli spogliatoi eravamo convinti di poter vincere la partita, il mister ci ha detto di rimanere tranquilli e siamo stati bravi a ritrovare il vantaggio.” Sugli sviluppi futuri del campionato dei molossi Catania commenta: “non dobbiamo guardare alla classifica ma dobbiamo provare a fare lo stesso percorso del girone di andata, pensando partita dopo partita; stiamo facendo bene così e dobbiamo continuare su questa strada.”

L’analisi tattica spetta a mister Cassia, che ha sostituito in panchina lo squalificato Auteri: “abbiamo avuto qualche difficoltà a controllare i movimenti del trequartista avversario che andava a prendere la palla alle spalle dei nostri centrocampisti; avremmo potuto abbassare un mediano per annullare i pericoli, ma ci avrebbe potuto penalizzare in fase di impostazione.” Il mister elogia i due subentrati ad inizio ripresa: “gli innesti ci hanno giovato tanto; Cavallaro e Sardo si sono comportati benissimo: è importante che tutti si facciano trovare pronti come accaduto nelle ultime settimane; con i quattro attaccanti siamo stati più incisivi, era una mossa già fatta in passato ma siamo stati bravi a non scomporci nonostante l’assetto offensivo” Infine un commento sulla direzione arbitrale: “non voglio parlare dell’arbitro;” precisa Cassia, “poteva esserci qualche decisione diversa, visto che sono state toccate tre o quattro palle di mano in area, ma è meglio non commentare.”

Segue la gioia del massimo dirigente della Nocerina, Giovanni Citarella: “nel primo tempo abbiamo creato cinque palle gol,” analizza il presidente rossonero, “i nostri avversari, invece, hanno fatto gol con gli unici due tiri in porta; visti i primi venticinque minuti del secondo tempo tutti pensavamo di poter comunque raggiungere la vittoria.” “Non avrei mai pensato di chiudere l’anno solare con questa classifica,” prosegue Citarella, “oggi sarebbe sciocco parlare di obiettivo salvezza: sono felice di aver già archiviato questo obiettivo alla prima giornata del girone di ritorno; ora il prossimo obiettivo è quello di battere il record di sei vittorie consecutive, vincendo il derby contro la Cavese.”

Infine il commento di Semplici, tecnico del Pisa: “sapevo che strappare un risultato utile qui sarebbe stata un’impresa difficile,” precisa l’allenatore toscano al termine del match, “quella di oggi è stata la più  bella prestazione da quando sono sulla panchina del Pisa; dispiace perché una partita del genere può anche finire con un risultato diverso.” “Non tutte le squadra vengono qui a Nocera a giocare a viso aperto,” prosegue l’allenatore nerazzurro, “avevo detto ai ragazzi di tener duro il più a lungo possibile ma non siamo stati bravi ad amministrare il pareggio”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it (foto: Carmine Apicella)

Back to top button