Ultime news

Castaldo è il centravanti perfetto del tridente delle meraviglie

Gori – 6 – E’ incolpevole sui due goal del Pisa, per il resto non è mai impegnato seriamente dagli avanti nerazzurri.

 

Scalise – 6 – Da il suo solito contributo di grinta e corsa, anche se nella seconda parte del primo tempo non riesce a spingere in fase offensiva.

 

Di Maio – 6.5 – E’ il migliore della difesa rossonera, mezzo voto in meno per le continue amnesie del reparto sui calci piazzati.

 

De Franco – 6.5 – Anche Mosciaro è passato dal San Francesco e non ha lasciato tracce, bella prova del centrale rossonero.

 

Nigro – 6.5 – Non è più una sorpresa, acquisisce sicurezza di partita in partita, ci vuole sangue freddo ed un pizzico di follia per dare una palla di esterno in mezzo a due attaccanti, lui ce l’ha.

 

De Liguori – 7 – Un po’ in sofferenza all’inizo, poi prende in mano la squadra e si inventa anche uomo assist per il goal di Castaldo, una prestazione alla De Liguori.

 

Catania – 7 – Decisivo il suo goal ad inizio ripresa, non molla mai ed aggredisce ogni pallone, la tecnica è sopraffina. Finalizzasse tutte le occasioni che si crea sarebbe capocannoniere a mani basse.

 

Bruno – 6.5 – Gestisce il centrocampo rossonero con consumata maestria, la squadra gira come un orologio ben accordato, ed è soprattutto merito suo.

 

Castaldo – 8 – Forse ha un conto aperto con il Pisa, tocca tutti i palloni di testa, giostra al centro e sulle fasce, fornisce assist e appoggi in quantità industriali. Il goal poi è da cineteca, alla pari di quello all’Arena Garibaldi. Perfetto.

 

Negro – 6.5 – Il goal al pronti via gli da una carica incredibile, crossa, tira, si fa vedere e contrasta su ogni pallone. Con Castaldo e Catania costituisce un tridente che s’intende a meraviglia.

 

Bolzan – 6 – Più coinvolto del dirimpettaio Scalise, ha qualche difficoltà a mettere al centro palloni giocabili, impeccabile in fase difensiva.

 

Sardo – 6 – Subentra ad inizio secondo tempo, da il suo contributo, sta recuperando la forma ottimale, è in crescita.

 

Cavallaro – 6 – Entra ad inizio secondo tempo è da ulteriore vivacità all’attacco rossonero, è un giocatore recuperato, gli manca solo il goal, che merita per impegno ed attaccamento.

 

Pomante – S.v –

 

Auteri/Cassia – 7 – Chiude l’anno con una vittoria in rimonta che mancava all’elenco delle emozioni rossonere. Qualche disattenzione sulle palle ferme non inficia una prova corale di alto livello, la squadra crea e gioca in ogni situazione e contro ogni avversario, il merito è soprattutto di tutto lo staff tecnico.


Fabio Pagano, ForzaNocerina.it (foto: Carmine Apicella)

Back to top button