Ultime news

Il Gela ”chiude” le porte ai tifosi. Allenamento blindato al Presti

Provenza «blinda» il Gela. Allenamento a porte chiuse ieri pomeriggio allo stadio Presti. Le contestazioni degli ultimi giorni hanno indotto la società a prendere precauzioni. Ed allora ieri pomeriggio i tifosi hanno trovato i cancelli di ferro dello stadio di via Venezia rigorosamente chiusi. Martedì pomeriggio ed anche mercoledì un gruppo di sostenitori biancazzurri aveva contestato tecnico e calciatori. Qualcuno ha anche lanciato alcune uova, che non hanno colpito fortunatamente nessuno. Episodi isolati, che però lasciano trasparire la tensione esistente e la spaccatura tra squadra e tifoseria dopo le cinque sconfitte di fila.  Un momento difficile e delicato, che la dirigenza cerca di gestire evitando che la situazione peggiori. Nessuno nasconde le difficoltà, ma in casa biancazurra si è convinti di poterne uscire fuori pur se all’orizzonte c’è una Nocerina lanciata in classifica.
Provenza sta meditando sostanziali variazioni. Non di modulo (4-4-2), ma di uomini. Ieri pomeriggio, nella consueta partitella con la formazione Berretti rinforzata da Scopelliti, La Porta e Zaminga, il tecnico ha provato una formazione inedita.
La difesa è stata confermata, con Petrassi e Piva esterni, Porcaro e Cardinale centrali. Cambia il centrocampo, con Giardina affiancato dal rientrante D’Amico in mezzo, Stamilla a destra, Aliperta a sinistra. In attacco Franciel è stato supportato da Rabbeni. Cunzi e Bigazzi, titolari nelle ultime settimane, potrebbero dunque partire dalla panchina. Questo è quanto accaduto ieri pomeriggio e non è detto che sia proprio questa la formazione che alla fine venga schierata al San Francesco. Da escludere un impiego di Docente e D’Anna infortunati.
Intanto Il Casm ha vietato ancora una volta la presenza di tifosi non siciliani per la prossima partita interna del Gela contro il Pisa. Proprio due giorni fa la commissione pubblici spettacoli ha effettuato un nuovo sopralluogo per accertare tutte le condizioni di sicurezza dello stadio Vincenzo Presti di Gela.


redazione www.ilgiornaledigela.it

Back to top button