Ultime news

La Nocerina vuole tutto

Nocerina – Atletico Roma 3-2

 

Marcatori: 8′ pt Castaldo (N), 33′ pt Miglietta (A), 1′ st Chiaretti (A),  16′ st Marsili (N), 40′ st Cavallaro.

 

Nocerina (3-4-3): Amabile; Nigro, Servi, Riccio; Sardo, Pepe (8′ st Catania), Marsili, Bolzan; Galizia, Castaldo (1′ st Bruno), Cavallaro. A disp.: Puca, Negro, De Franco, Scalise, Perricone. All.: Auteri.

 

Atletico Roma (4-3-3): Previti; Farina (28′ pt Toukam), Pelagias, Padelli, Tombesi; Chiappara, Miglietta, Mazzarani; Esposito (21′ Doumbia), Chiaretti, Caputo. A disp.: Paoletti, Vincenzo, Dragoni, Tajani, Lapadula. All. Incocciati.

 

Arbitro: De Benedectis di Bari.

 

Note: Spettatori 1000 circa. Espulso: al 44′ st Miglietta (A) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Sardo, Marsili, Bruno (N), Tombesi, Chiaretti, Mazzarani (A). Angoli: 2-2. Rec.: 4′ pt ; 3′ st.

 

Per l’ultimo turno dei quarti di finale della Coppa Italia di Lega Pro, Nocerina ed Atletico Roma si affrontano, davanti ad un migliaio di spettatori, con formazioni diverse rispetto a quelle che si esibiscono la domenica. Per i rossoneri difesa quasi totalmente rinnovata, davanti ad Amabile, nel solito 4 3 3, giocano Nigro, Riccio e Servi, il centrocampo vede Marsili e Pepe nella zona centrale, coadiuvati dal rientrante Bolzan e da Sardo sulle fasce. In avanti il tridente è formato da Cavallaro, Galizia e Castaldo. Anche Incocciati lascia a riposo molti titolari fatta eccezione per Caputo, Esposito e Pelagias. In tribuna presenti Pitino, direttore sportivo del Barletta ed ex DS del Catanzaro di Auteri, e Gigi Molino ex Molosso, ora direttore sportivo del Campobasso.

Si parte su ritmi blandi, ma al quarto minuto è subito l’Atletico Roma a rendersi pericoloso, percussione sulla sinistra, Chiaretti si presenta solo davanti ad Amabile che riesce a respingere con un bell’intervento. Al settimo la Nocerina passa in vantaggio, bel taglio di Cavallaro che pesca Sardo in sovrapposizione, l’esterno rossonero penetra in area e serve un assist perfetto a Castaldo che deve solo depositare in rete. La Nocerina spinge sull’pedale del gas e all’undicesimo crea un’altra occasione da rete, spizzata perfetta di Castaldo per Cavallaro che controlla e si presenta davanti a Previti, il tiro però è lento e centrale, ed il portiere capitolino non ha problemi nel controllarlo.

Nuova fiammata al venticinquesimo, gran palla di Marsili per Sardo che mette al centro un gran cross, Cavallaro colpisce a botta sicura e centra in pieno la traversa. All’improvviso giunge il pareggio dell’Atletico Roma, Miglietta dai venticinque metri lascia partire un tracciante che va a spegnersi nell’angolo basso alla destra di Amabile. Il goal rimette in corsa i romani, che alzano il ritmo per provare a ribaltare il discorso qualificazione. Al quarantesimo è di nuovo pericoloso l’Atletico Roma, su tiro di Caputo, Esposito interviene di testa e mette alle spalle di Amabile, il guardalinee annulla per evidente posizione di fuorigioco. Il primo tempo termina senza ulteriori emozioni, una partita divertente e con continui cambi di fronte, ci si attende un secondo tempo sulla falsariga della prima frazione.

Nell’intervallo la Nocerina sostituisce Castaldo con Bruno. Comincia male la seconda frazione per i rossoneri, dopo 23 secondi Esposito verticalizza per Chiaretti che solo davanti ad Amabile lo batte senza problemi. Il goal mette in totale parità il girone, finisse così la gara ci vorrebbe un sorteggio a tre per determinare la vincitrice. La reazione della Nocerina produce un goal annullato a Sardo per presunto fallo di mano in area di rigore. La reazione della Nocerina è veemente, al sedicesimo al termine di un’azione manovrata Galizia – Cavallaro mette Marsili in condizione di battere dal limite, la botta del centrocampista rossonero è deviata da un difensore e finisce alle spalle di Previti.

Al ventinovesimo Bruno pesca Catania sull’esterno, cross al centro per Galizia che si libera e tira alto sulla traversa. L’Atletico non c’è, la Nocerina imperversa, al trentunesimo un errato disimpegno della difesa romana mette Galizia a tu per tu con Previti, il centravanti rossonero però alza troppo la mira e spreca un’occasione incredibile.

Ancora e sempre Nocerina, al trentaseiesimo Bruno mette palla in profondità per Galizia che scappa via sulla fascia e crossa al centro per Catania che contrastato dalla difesa capitolina tira debolmente tra le braccia di Previti.

Mancano quattro minuti al termine quando un lancio perfetto di Bruno pesca Cavallaro che fa venti metri palla al piede e batte Previti con un tocco nell’angolo basso. E’ il meritato vantaggio per i Molossi. L’Atletico perde la testa, Miglietta si rende protagonista di una vera e propria caccia all’uomo, al terzo tentativo commette fallo su Cavallaro e l’arbitro lo espelle giustamente per doppia ammonizione.

Il recupero non aggiunge altro alla partita, la Nocerina batte l’Atletico Roma e si qualifica per le semifinali di Coppa Italia, non accadeva da molti anni. Non ci resta che aspettare il sorteggio per conoscere il prossimo avversario dei rossoneri. E’ stata una bella prova ed un buon viatico per la difficile trasferta di Lanciano.


Fabio Pagano, ForzaNocerina.it  (foto Giuseppe Fabio Villani)

Back to top button