Ultime news

20^giornata: si comincia questo pomeriggio al Flaminio

La ventesima giornata si apre quest’oggi al “Flaminio” con l’anticipo tra l’Atletico Roma ed il rinnovato Pisa di Leonardo Semplici. I romani faranno di tutto per approfittare dello scontro diretto tra Nocerina e Benevento cercando di guadagnare punti su entrambe, in attesa di far visita ai giallorossi domenica prossima. Da non sottovalutare il Pisa, formazione più che mai viva e rilanciata da un mercato che ha portato già in dote calciatori importanti come Sereni, De Oliveira, Fanucchi e Guidone. Semplici dovrà però fare a meno del capitano Obodo, mentre Incocciati ripropone la stessa formazione che ha espugnato Taranto.  Restano in attesa di notizie da Roma Nocerina e Benevento. I sanniti lunedì sera si giocano una delle ultime possibilità di raggiungere la vetta, visto che una sconfitta o un pareggio al “San Francesco” porrebbero probabilmente fine alla corsa verso il primo posto. Galderisi dal suo arrivo ha apportato qualche modifica tattica, con la squadra che viene schierata con un 4-2-3-1 in luogo del 4-4-2 adottato da Cuttone, con Zito arretrato sulla linea dei difensori e La Camera, Clemente e D’Anna pronti ad innescare la prima punta che domani sarà con tutta probabilità Bueno, vista la squalifica di Evacuo. Formazione tipo per la Nocerina, eccezion fatta per Bruno squalificato rilevato da Marsili.

Di domenica cerca conferme la Juve Stabia, imbattuta da 5 gare in cui ha conquistato 11 punti, in casa contro il Barletta. Squalificato il giovane Colombi, torna tra i pali Fumagalli. Con Molinari infortunato e Fabbro squalificato, Braglia dovrà trovare nuove soluzioni in difesa. Non ci sta a fare da vittima sacrificale il Barletta, rimontato dal 2-0 domenica a Pisa e voglioso di riscatto. Problemi difensivi anche per Sciannimanico che con Lucioni e Ischia squalificati recupera il solo Anselmi. Obbligo vittoria anche per il Foggia che ospita la Virtus Lanciano per il più classico degli scontri diretti, con gli abruzzesi avanti di due punti. A confronto la macchina da gol zemaniana e la difesa di Camplone, seconda solo a quella dell’Atletico Roma in quanto a gol subiti. Probabile esordio tra i pugliesi dell’esterno Farias, mentre è già ai box il giovane Perpetuini: per lui distorsione al ginocchio con interessamento dei legamenti e probabilmente stagione già finita. Camplone ha invece tutti a disposizione, tranne Amenta squalificato, con Turchi che dovrebbe tornare tra i titolari dopo il gol allo scadere che è valso un prezioso punto a Benevento.

Cerca invece di invertire il ruolino esterno degli ultimi tempi il Siracusa in casa dell’Andria. Gli uomini di Papagni, rinfrancati dalla bella vittoria di domenica sul Gela, sono attivissimi anche sul mercato (in settimana sono arrivati anche Statella e Caturano), ma per i siciliani è fondamentale fare punti per non perdere di vista le battistrada. Tra i padroni di casa assenti gli squalificati Coletti e De Simone, al loro posto dovrebbero giocare Berretti e Di Bari. Ugolotti recupera capitan Ignoffo e medita di varare un modulo senza punte con Mancosu, Bufalino, Mancino e Bongiovanni a non dare punti di riferimento.

Deve tornare alla vittoria il Cosenza che ospita la Cavese. Il solo punto conquistato nelle ultime due gare ha rallentato la corsa degli uomini di Somma, ex di turno, ancora in attesa di chiarezza societaria. Raimondi e Wagner hanno recuperato dai rispettivi acciacchi, resta out il solo Giacomini sostituito da Adriano Fiore. Cavese che deve fare a meno degli squalificati Michele Ciano e Bacchiocchi, con Lagnena pronto all’esordio dal primo minuto.

Trasferta a Gela per il Taranto di Dionigi. Dopo la sconfitta interna contro l’Atletico Roma la voglia di riscatto dei rossoblu si scontra con la forza della disperazione dei siciliani (8 sconfitte nelle ultime 9 partite), ormai ad un passo dalla zona play-out. Il riconfermato Provenza, dovendo rinunciare all’infortunato Piano ed allo squalificato Stamilla, ripropone la stessa formazione di Andria. Tra i pugliesi probabile esordio dal primo minuto di Guazzo. Ultime possibilità di agganciare la parte alta della classifica per la Ternana di Orsi: i rossoverdi, imbattuti da sei gare, non riescono a spiccare il volo complice qualche pareggio di troppo. A Terni arriva la Lucchese del bomber Marotta, al centro di importanti stravolgimenti di mercato. Andati via in settimana Chadi, Mariotti e Pera destinazione Carrarese sono arrivati in cambio Del Nero e Marchetti. Chiude il quadro di giornata lo scontro salvezza tra Viareggio e Foligno. I bianconeri, che in settimana hanno perso per esigenze di bilancio Carnesalini e Longobardi con destinazione Ravenna e Bassano, devono sfruttare il fattore casa contro gli umbri che, non bastasse una già complicatissima situazione di classifica, devono fare a meno di ben 5 titolari squalificati, tra cui il capitano Cavagna ed il leader difensivo Giovannini.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button