Ultime news

Auteri: «gara combattuta, successo meritato»

È un Gaetano Auteri soddisfatto quello che arriva nella sala stampa del Putilli di Barletta; il successo contro i biancorossi spinge la Nocerina sempre più lontana dalle inseguitrici: “è stato un successo importante, anche in considerazione dei risultati arrivati dagli altri campi,” dichiara il tecnico rossonero a taccuini e microfoni, “è stata una partita combattuta; nel primo tempo abbiamo giocato bene, nella ripresa abbiamo sprecato qualcosina ma abbiamo comunque fatto una buonissima gara.” Il tecnico molosso elogia la tenuta atletica dei suoi: “non era facile giocare in questo modo con un uomo in meno fin dal primo tempo,” prosegue Auteri, “abbiamo corso tanto; siamo stati in affanno solo negli ultimi dieci minuti, quando la gara è diventata più emotiva, ma si tratta di cercare davvero il pelo nell’uovo.”

Dal punto di vista tattico l’allenatore spiega così le sue mosse: “con un uomo in meno abbiamo modificato leggermente il nostro assetto,” prosegue Auteri, “il risultato era ancora in bilico ed ho deciso di rinforzare il centrocampo; poi con l’ingresso di Marsili ho voluto mandare in campo un calciatore in grado di accompagnare i due attaccanti con i suoi inserimenti.” Complimenti anche per il Barletta, avversario che ha dato filo da torcere: “il Barletta aveva un atteggiamento offensivo ed ho preferito mantenere i quattro difensori,” conclude Auteri, “loro non hanno commesso grossi errori ma siamo stati bravi a castigarli quando hanno sbagliato; quando si introducono tanti giocatori nuovi in una squadra non è facile trovare un nuovo equilibrio ma loro hanno dato il massimo per le loro potenzialità attuali.”

Sempre più protagonista di quest’annata rossonera è il bomber Gigi Castaldo che non nasconde la sua soddisfazione per il successo ottenuto: “sapevamo che il Benevento avrebbe potuto battere l’Atletico Roma e che noi avevamo bisogno di vincere,” spiega l’attaccante rossonero, “abbiamo fatto una partita importante; potevo capitalizzare meglio qualche occasione ma ero un po’ stanco nel finale e non sono riuscito a metterla dentro.” Sulla situazione in campionato il bomber frena: “mancano ancora tante gare,” spiega Castaldo, “niente è ancora deciso; dobbiamo continuare a lavorare bene e fare quello che ci dice il mister, a cominciare da questa sosta che ci servirà per lavorare di più.”

Per il Barletta parla il direttore sportivo Pitino, espulso nel finale di gara: “non ho visto la nostra seconda rete, non so se fosse regolare; di sicuro abbiamo subito due gol per infortuni difensivi che hanno pesato tantissimo sulla gara,” dichiara il dirigente biancorosso, “tra squalificati ed infortunati ci mancavano sei giocatori; l’allenatore ha mandato in campo chi stava meglio: dobbiamo ancora assestare l’organico, magari sfoltendolo.”


Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it

Back to top button