Ultime news

Auteri ha un conto in sospeso

Razione di lavoro fisico, poi partitella in famiglia a campo ridotto: così è iniziata la marcia d’avvicinamento al derby di Cava. Ieri pomeriggio, tutti presenti all’appello di Auteri, tranne i due argentini Varisco e Rica, in procinto di tesseramento ed attesi a Nocera nelle prossime ore dopo vacanze in patria, e ovviamente tranne Filosa, fermo per lunga sosta ai box dopo l’intervento ai legamenti. Per la partitella in famiglia che ha chiuso il primo allenamento della settimana, classica divisione della truppa presente in blu e rossi. Undici uomini in pettorina blu: Amabile; Servi, De Franco, Perricone; Scalise, De Liguori, Bruno, Sardo; Galizia, Negro, Castaldo. Dieci uomini, invece, in pettorina rossa: Gori; Riccio, Pomante, Di Maio; Nigro, Marsili, Pepe, Bolzan; Catania, Cavallaro. La Nocerina non vince a Cava da quasi quarant’anni e Gaetano Auteri non ha mai avuto ragione di Marco Rossi in gare di campionato: altro motivo particolare che segna l’avvicinamento alla sfida del “Lamberti” di domenica prossima. Appena due, del resto, sono stati i confronti in campionato tra i due allenatori. Il primo risale alla scorsa annata, nel girone C del torneo di Seconda Divisione: Rossi, alla guida della Scafatese, riuscì tra la sorpresa generale a battere al “Comunale” il Catanzaro di Auteri. Finì 2-0, segnarono Luca Martone e Mario Ramaglia. Partita spigolosa, anzi molto nervosa: espulso per fallo di reazione Martone, espulso Borrelli senza giocare per intemperanze verso la panchina di Auteri, che a fine partita, in sala stampa, parlò chiaramente di «mancato rispetto delle regole», nel senso di un creato clima da non gioco, cominciando dalle inguardabili condizioni del manto erboso. A margine delle interviste concesse quella domenica, ad Auteri giá fu chiesto del suo futuro alla Nocerina, sia dai giornalisti presenti sia da un tifoso speciale rossonero presente al “Comunale” di Scafati da spettatore (il giardiniere Stanzione). Quel giorno giocavano da titolari in giallorosso Bruno e Di Maio, rimase in panchina De Franco. Quest’anno, il secondo atto tra i due allenatori: 0-0 tra Nocerina e Cavese nel derby d’andata giocato allo stadio “San Francesco”. Però Auteri ha battuto Rossi in Coppa Italia, nella gara secca al San Francesco, finita 2-1 per i rossoneri, andati nell’occasione a segno con Marco Pepe e Salvatore Galizia, toccò invece al metelliano Santaniello accorciare le distanze.

Danilo Ruggiero, ForzaNocerina.it

Back to top button