Ultime news

25^giornata: big match al San Francesco, spera il Benevento

Si avvicina al rush finale il girone B di Prima Divisione, con punti che iniziano a farsi sempre più pesanti per tutte le formazioni in presenza di una classifica ormai spaccata in due tronconi, con compagini che possono coltivare sogni di gloria e altre che dovranno sudare fino all’ultima giornata per evitare retrocessione diretta e zona play-out. Il big match della venticinquesima giornata va in scena al San Francesco dove la capolista Nocerina ospita un Atletico Roma che perde ormai da quattro giornate e che, dopo aver detto addio alle ambizioni di primo posto, deve contenere il prepotente ritorno delle dirette inseguitrici.

Incocciati, al ritorno in panchina dopo la squalifica, si affida come al solito al bomber Ciofani ed alla vena di un Mauro Esposito la cui forma nelle ultime settimane sembra andare in controtendenza rispetto a quella dei suoi compagni. Nocerina che non vince in casa dal 19 dicembre (3-2 al Pisa) pur continuando ad essere implacabile in trasferta. Posticipa al lunedì sera il Benevento cui rende visita un Cosenza ormai impelagato in piena lotta salvezza. L’obiettivo dei sanniti è quello di consolidare la seconda piazza, preziosa nei play-off, sperando ancora in qualche eventuale passo falso della Nocerina. Galderisi recupera tutti gli infortunati e dà spazio agli undici che hanno espugnato Terni. Tra i calabresi torna a disposizione Biancolino, out nelle ultime esibizioni. Vuole inserirsi tra le prime tre la Juve Stabia di Braglia che, dopo aver ipotecato in settimana la finale di Coppa Italia, cerca a Viareggio una vittoria esterna che manca ormai dalla decima giornata. Tra i pali va ancora Colombi e sembra sicuro il ritorno dal primo minuto per Maury e Ciotola.

Viareggio che ha perso le ultime tre partite in casa ed è ora costretto a far punti per allontanare la zona play-out. Può dire molto in chiave play-off Lucchese-Taranto: rossoneri reduci da tre vittorie di fila e pronti a dare l’assalto decisivo alla zona promozione, contando ancora una volta sulla straordinaria forma del bomber Marotta. Dionigi, senza gli squalificati Sabatino e Giorgino, recupera Prosperi ma perde Colombini per infortunio. Pronto ad approfittare di questo scontro diretto c’è il Foggia. Gli uomini di Zeman sembrano aver ritrovato da qualche gara la brillantezza di inizio stagione ed il Gela non sembra poter costituire un ostacolo credibile. Il tecnico boemo non recupera Santarelli e conferma Ivanov tra i pali, mentre Ammirata sembra intenzionato a schierare Docente unica punta. Stesso discorso vale per il Siracusa, imbattuto da quattro giornate e candidato ormai a pieno titolo ai play-off. Si cerca di allungare la striscia positiva in casa di un Barletta che ultimamente fatica molto in casa ma che è alla disperata ricerca di punti per allontanare l’ultimo posto. Cari, senza il gioiellino Bellomo squalificato, ritrova Guerri in difesa e punta tutto su Innocenti in attacco. Siracusa ancora senza Mancino, sostituito da Abate, e con Pepe in difesa in sostituzione dello squalificato Moi. Cerca il reinserimento nelle zone alte la Virtus Lanciano che ospita al “Biondi” l’Andria. I rossoneri non sono in un grande momento (solo una vittoria nelle ultime sei gare) ma devono necessariamente far punti per non perdere definitivamente contatto dalle prime e salvare la panchina di Camplone, salvato dall’esonero in settimana dalla squadra. Mancherà lo squalificato Ferraro ma rientra Antonioli. Papagni deve probabilmente rinunciare a Cozzolino in attacco e ripropone Di Bari in difesa. Sul fondo classifica il derby umbro tra Foligno e Ternana, gara in cui si festeggia il ritorno in campo del capitano biancoazzurro Gregori. Per l’occasione in tribuna anche il presidente di lega Macalli. A Cava va invece in scena la prima di due gare interne che hanno il sapore dell’ultima spiaggia per gli uomini di Melotti: domani c’è il Pisa e dopo la sosta è atteso il Barletta. Ancora in dubbio Schetter per i padroni di casa, mentre mister Pagliari, al debutto sulla panchina nerazzurra, deve fare a meno degli squalificati Fanucchi e Carparelli.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button