Ultime news

Bufera Pro Patria: Pattoni regala Ripa, Regalia si dimette

Nell’ultima giornata di calcio mercato, Massimo Pattoni ha dato l’assenso alla risoluzione consensuale del contratto di Francesco Ripa, senza aver però informato il direttore sportivo Carlo Regalia, dimessosi ufficialmente. Ma sulla trasparenza dell’operazione, che se avallata dalla Lega non porterebbe un solo euro nelle casse societarie biancoblù, aleggiano parecchi sospetti, confermati da un Esposto alla Procura Federale. Mister Novelli (nella foto), a rischio esonero, non molla, ma continua la battaglia, così come Lamazza. Intanto la Lega ha fissato il recupero della gara rinviata per neve con la Valenzana: si giocherà mercoledì 16 febbraio alle ore 14.30

 

IL PUNTO: PATTONI, MISSIONE COMPIUTA

 

Non c’è davvero pace in casa Pro Patria, dove il limite di sopportazione dei tifosi (e non solo) è stato abbondantemente oltrepassato. Nell’ultima giornata del calcio mercato, svoltosi all’Ata Hotel di Milano e chiusosi alle ore 19 di lunedì, il proprietario del pacchetto di maggioranza del club biancoblù Massimo Pattoni, ha concesso – ma la Lega deve ratificare l’operazione, dopo l’Esposto presentato alla Procura Federale – la risoluzione del contratto a Francesco Ripa, senza informare il direttore sportivo Carlo Regalia.

 

UFFICIALE: REGALIA SI DIMETTE

 

Un affronto che, oltre a confermare – se mai ce ne fosse stato bisogno – le reali intenzioni dell’agente immobiliare di Palazzolo sull’Oglio, ha indotto il direttore sportivo Carlo Regalia a rassegnare in maniera ufficiale e irrevocabile le dimissioni. “A tutto c’è un limite – ha dichiarato Carletto Regalia –  resterò comunque vicino alla squadra, ma ho già inviato a Pattoni la mia lettera di dimissioni”.  

 

NOVELLI E LAMAZZA: LA BATTAGLIA CONTINUA

 

Alle dimissioni di Regalia non sono però seguite quelli di mister Novelli. Seppur provato dalla situazione, l’allenatore biancoblù, “schifato” da un’operazione che non porterebbe un solo euro alle casse societarie biancoblù, non molla, anzi continua la sua battaglia. Una battaglia legale e non alla quale parteciperà anche Francesco Lamazza, convinto da Novelli a non gettare la spugna.

 

AFFRONTO ALLA PREFETTURA: LA PRO ORA CHIEDE GIUSTIZIA

 

Di fronte ai fatti (che sanno molto di affronto agli Organi di Giustizia, dopo la dichiarazioni di intenti rilasciata lo scorso giovedì da Pattoni davanti al Prefetto) se i tifosi si stanno preparando per far sentire tutto il loro dissenso nei confronti dell’agente immobiliare di Pallazzolo Sull’Oglio, atteso per martedì pomeriggio allo stadio di via Ca’ Bianca, i dirigenti biancoblù, dopo il summit mattutino in Comune, nel pomeriggio si sono recati in Prefettura e Questura per denunciare i fatti.

 

L’ESPOSTO:  MARCHETTI, PACILLI E SOM NON SI MUOVONO

 

L’Esposto presentato in Procura, dopo la rescissione di Ripa, deve aver scombinato i piani di Pattoni (e non solo) che, pur volendo concretizzare altre operazioni in uscita (su tutti Marchetti, Pacilli e Som), non è però riuscito a concludere le tratattive. La notizia dell’Esposto alla Procura Federale si era già infatti diffusa per tutta l’Ata Hotel di Milano, consigliando ai procuratori dei calciatori di evitare rischi inutili.  

 

Lorenzo Orefica; ForzaNocerina.it

Back to top button