Ultime news

Catania show: la Nocerina piega l’Atletico

NOCERINA 2


ATLETICO ROMA 1

Nocerina (3-4-3): Gori; Nigro, De Franco, Di Maio; Scalise, De Liguori, Bruno, Bolzan; Catania (34′ st Petrilli), Castaldo (41′ st Ripa), Negro (21′ st Cavallaro). A disp.: Amabile, Pomante, Marsili, Galizia. All.: Auteri.

 

Atletico Roma (4-3-3): Ambrosi; Angeletti, Doudou, Padella, Tombesi (44′ st Mazzeo); Chiappara (27′ st Baronio), Romondini (27’st Caputo), Mazzarani; Esposito, Ciofani, Franchini. A disp.: Previti, Pelagias, Miglietta, Chiaretti. All. Incocciati.


Arbitro: Abbattista di Molfetta.


Marcatori: 26′ pt De Liguori (N), 44′ pt Franchini (A), 11′ st Catania (N).

 

Note: Spettatori 8000 circa. Ammoniti: Scalise, Di Maio, Cavallaro (N), Tombesi, Padella (A). Angoli: 5-2 per la Nocerina. Recupero: 1′ pt ; 4′ st.

 

Primo successo casalingo del 2011 per la Nocerina di Gaetano Auteri: i molossi si sbarazzano dell’Atletico Roma al termine di una gara vibrante e spettacolare, guadagnando con merito tre punti fondamentali in classifica. Tutto come previsto in casa rossonera: Auteri preferisce Nigro a Pomante in difesa, varando il consueto 3-4-3 con Castaldo, Negro e Catania a comporre il tridente offensivo. Incocciati rinuncia a Baronio e Miglietta e sceglie un 4-3-3 con Esposito e Franchini esterni a sostegno della punta centrale Ciofani.

Gara su ritmi molto alti con continui capovolgimenti di fronte e squadre allungate sul campo: è la Nocerina a fare la partita ed a collezionare la prima palla gol al quarto d’ora; Scalise dalla destra mette un pallone al centro invitante per Catania che da posizione defilata non centra lo specchio della porta.

L’Atletico Roma si affida soprattutto alle ripartenze ma non punge; la Nocerina è più ficcante: al 23′ Castaldo serve Catania che si infila fra due avversari e prova la conclusione che non inquadra i pali.

La pressione dei padroni di casa trova il giusto premio al 26′: lancio lungo di De Franco per Catania che resiste ad una carica e crossa al centro per l’accorrente De Liguori; conclusione di prima intenzione e palla alle spalle di Ambrosi.

Il vantaggio galvanizza la Nocerina che continua a premere: alla mezz’ora lo scatenato Catania va via a due avversari e prova la conclusione; Ambrosi salva il risultato.

L’Atletico Roma si sveglia solo nel finale di tempo: a tre dal termine Gori disinnesca con un volo plastico la conclusione di prima intenzione di Esposito.

Nel finale arriva improvviso il pari ospite; punizione dal limite assai dubbia concessa dal signor Abbatista di Molfetta: Franchini conclude sul palo di competenza di Gori, sorprendendo l’estremo difensore rossonero.

Nella ripresa la Nocerina scende in campo determinata; i molossi vogliono i tre punti e cominciano a premere con continuità. All’undicesimo arriva il nuovo vantaggio rossonero: Negro lavora un gran pallone sulla sinistra e serve Castaldo; spettacolare assist per l’accorrente Catania che elude l’uscita di Ambrosi ed insacca nella porta sguarnita.

I padroni di casa sono scatenati e vanno ancora vicini al gol un minuto dopo: questa volta è Catania nelle vesti di assist-man; palla per Castaldo che con una spettacolare sforbiciata strappa applausi al numeroso pubblico del San Francesco.

L’Atletico Roma non riesce a creare pericoli, la Nocerina spreca palle gol colossali in contropiede: alla mezz’ora Cavallaro, subentrato a Negro, prova la conclusione di precisione ma non trova l’angolo più lontano.

Nel finale è un altro subentrato, Petrilli, a mancare il colpo del ko: su assist di Castaldo l’esterno ex Crotone cerca il pallonetto sparando il pallone alto sulla traversa.

È l’ultima occasione del match: la Nocerina supera anche lo scoglio Atletico Roma e guadagna tre punti fondamentali per consolidare la prima posizione; in attesa del risultato del Benevento, impegnato nel posticipo, i molossi scavano un solco sempre più ampio sulle inseguitrici e si avvicinano alla promozione diretta in cadetteria.

 

 

Danilo Ruggiero, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

Back to top button