Ultime news

Gazzoli: «sono fiducioso per le sorti bianconere»

Un salto di qualità che sarebbe significativo per un manager che ha dimostrato indubbie capacità e competenza in riva al Tirreno e che potrebbe avere occasione di crescere ulteriormente su scenari ben più suggestivi ed importanti del calcio italiano. Intanto, però, il “Gazza” bianconero, fa il punto
della situazione del team bianconero:”A Lanciano abbiamo conseguito una vittoria che dà sicurezza anche per affrontare le altre pesanti trasferte che il calendario prevede nelle prossime gare. Bocalon è stato decisivo, ma non lo abbiamo scoperto domenica scorsa. E’ un atleta che ha collezionato ben 33 presenze a Portogruaro e che può vantare varie presenze in serie B. E’ stato bravo e fortunato a siglare una doppietta all’esordio, così come Pazzini in nerazzurro con la maglia interista. Il campionato? E’ assai equilibrato, basti pensare che, dal Foggia alla quintultima posizione c’è un gap soltanto di sei punti”. Il direttore generale dei bianconeri parla, poi, del calciomercato di gennaio appena conclusosi:”Abbiamo portato in riva al Tirreno diversi giovani interessanti che seguivamo già con molta attenzione ed abbiamo saputo rispettare i numeri, ovvero i bilanci. L’aspetto economico potrebbe rivelarsi decisivo in ottica salvezza, visto che diverse squadre potrebbero ricevere ulteriori penalizzazioni per inadempienze burocratiche o amministrative.Le partenze, pur dolorose, di giocatori come Carnesalini e Longobardi ci hanno consentito di compiere altri movimenti in entrata. Come siamo arrivati a scegliere Bocalon? Per l’attacco stavamo seguendo anche altri due o tre giocatori, ma l’ipotesi Eusepi è sempre stata remota e, poi, con Bocalon è stata una scelta reciproca, perché il giocatore ha scelto Viareggio ed il nostro sodalizio e ciò è importante”. “Il Viareggio”, prosegue Gazzoli, “può aver perso qualcosa con le significative partenze di Carnesalini e Longobardi, ma ritengo che, complessivamene, nel medio termine, la squadra si dimostrerà persino più forte. La gara con la Nocerina? In quel di Nocera facemmo una buona partita, soccombendo, poi, soltanto nel finale. L’attacco campano è molto insidioso ed i molossi contro il Benevento, nel derby, hanno fatto una gara spettacolare”. “Il mio futuro?”, conclude il “Gazza” bianconero, “Beh, mi piacerebbe crescere e fare un’esperienza in un club delle serie più significative del nostro calcio”. Intanto, l’Esperia, per questa stagione, si tiene stretta il suo direttore generale che è stato un vero e proprio demiurgo del calciomercato di gennaio, conducendo all’ombra dei “Pini” atleti dalle caratteristiche assai interessanti.

 

Luca Costa, www.sportversilia.it

Back to top button