Ultime news

Il Benevento insegue a fatica, La Juve Stabia non è più una sorpresa

I risultati della ventisettesima giornata arridono alla Juve Stabia. Le vespe stabile, grazie alla rotonda vittoria sull’Andria e alla contemporanea sconfitta dell’Atletico Roma sul campo del Foggia, riconquistano la terza posizione. In vetta non cambia assolutamente niente. La Nocerina continua a correre spedita verso la serie B; il Benevento insegue a fatica.

La formazione rossonera allenata da Gaetano Auteri liquida anche la pratica Ternana, grazie al dodicesimo sigillo stagionale di Maikol Negro. Applausi alla squadra di Bruno Giordano, che in alcuni tratti della gara gioca sugli stessi livelli della capolista e sfiora il pareggio con Tozzi Borsoi, fermato solo da un grande intervento di Gori.

Numeri da record per la Nocerina, che non perde in campionato da sei mesi e ottiene la decima vittoria casalinga stagionale. La Ternana, invece, non vince dal 13 febbraio, quando ha battuto due a uno il Barletta. La classifica è sempre più deficitaria per gli umbri, che si ritrovano in piena zona play out.

Il Benevento di Galderisi supera a fatica il Pisa, grazie a una rete nel finale di Felice Evacuo, bravo a sfruttare un assist del solito Pintori e a battere Pugliesi. Per l’attaccante nativo di Pompei si tratta dell’ottava rete in campionato. I sanniti conquistano la  seconda vittoria interna consecutiva e consolidano la seconda posizione, piazzamento di lusso in vista dei play off. Il Pisa, invece, nonostante l’ottima prestazione, non riesce a conquistare punti che sarebbero stati fondamentali in chiave salvezza. La squadra allenata da Dino Pagliari ha un solo punto di vantaggio sulla zona calda della classifica.

La squadra protagonista della giornata, come detto, è la Juve Stabia, che grazie alla vittoria contro l’Andria sorpassa in classifica l’Atletico Roma. Mattatore di giornata l’attaccante napoletano Albadoro, autore di una meravigliosa doppietta. La terza rete è siglata da Corona, alla nona rete in stagione, con ben cinque calci di rigore. Il gol della bandiera per i pugliesi è messo a segno da Moro. Per la squadra di Braglia si tratta della settima vittoria interna consecutiva. L’Andria, invece, è alla quarta sconfitta consecutiva. La salvezza diventa sempre più un miraggio per la squadra di Papagni.

Alle spalle della Juve Stabia, come detto, c’è l’Atletico Roma, che esce sconfitto anche dallo “Zaccheria” di Foggia. La gara si mette bene per la squadra di Incocciati, passata in vantaggio grazie alla seconda rete consecutiva di Fabio Mazzeo. A questo punto sale in cattedra Sau, che in cinque minuti mette letteralmente in crisi la difesa ospite, realizzando una meravigliosa doppietta. La terza rete è messa a segno da Insigne, al secondo posto nella classifica cannonieri proprio alle spalle del suo compagno Sau. Il Foggia è alla seconda vittoria consecutiva, la terza nelle ultime quattro gare. L’Atletico Roma, invece, non vince fuori casa da quattro gare. 

La quinta posizione, ultima utile per andarsi a giocare i play off, è occupata dal Taranto, che pareggia zero a zero in casa del Barletta. Padroni di casa sicuramente più intraprendenti e pericolosi degli ospiti, con Bellomo in giornata di grazia. Molto attivo anche l’ex di turno Innocenti, che sfiora a più riprese la rete. Il Barletta, che domenica tre aprile recupererà la gara con la Cavese, ottiene il terzo risultato utile consecutivo. Più lunga la serie positiva per la squadra di Dionigi, che non perde da sette gare di fila.

Ad avere ancora una residua speranza play off sono anche Lanciano, Siracusa e Lucchese, che hanno rispettivamente trentanove, trentotto e trentasette punti.

Il Lanciano si aggiudica lo scontro diretto proprio contro il Siracusa. Uno a zero il risultato finale, grazie alla rete di Titone alla mezzora del primo tempo. La squadra siciliana non si è espressa ai suoi soliti standard, anche a causa dell’espulsione di Mancosu alla fine del primo tempo. Per la squadra allenata da Camplone si tratta del terzo risultato utile consecutivo. Il Siracusa, invece, continua a stentare in trasferta, dove nelle ultime tre gare ha ottenuto un solo punto, sul campo della Nocerina.

La Lucchese batte uno a zero la Cavese. Decisiva una rete di Carloto nella seconda metà del primo tempo. Gli aquilotti non hanno affatto demeritato e avrebbero meritato almeno il pareggio, visti i tre legni colpiti e il rigore fallito da Alfano. Tre punti importanti per i rossoneri toscani, che nelle prossime due giornate affronteranno nell’ordine Benevento e Nocerina. La Cavese, invece, sembra ormai condannata alla retrocessione in Seconda Divisione. Sulla squadra del presidente Spatola pesano come un macigno i sei punti di penalizzazione.

A quota ventinove, insieme al Pisa, c’è il Gela, che ottiene un punto fondamentale in chiave salvezza sul campo del Viareggio. Gli ospiti sbloccano per primi il risultato, con Docente bravo a finalizzare un’azione di contropiede. Nel finale, però, la squadra toscana trova il pareggio, grazie a Bocalon. Un punto che serve a poco al Viareggio, sempre penultimo a quota ventisette insieme a Foligno e Barletta (che ha una gara in meno). La squadra di Scienza non vince dal 23 Gennaio, quando grazie a una doppietta di Bocalon ha battuto due a uno il Lanciano. Per il Gela, invece, si tratta del quarto pareggio consecutivo.

Anche l’altro scontro salvezza, quello tra Foligno e Cosenza, termina in pareggio. Zero a zero il risultato, con i padroni di casa  che avrebbero sicuramente meritato qualcosa in più. Per gli umbri si tratta del secondo pareggio a reti inviolate consecutivo tra le mura amiche. Il Cosenza, dal canto suo, conquista il secondo pareggio consecutivo. Per entrambe le squadre, comunque, la salvezza è sempre più lontana.  


Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button