dalla Società

La posizione della Nocerina sul deferimento della Procura Federale

La ASG Nocerina s.r.l. vuole chiarire la propria posizione in merito al deferimento del Procuratore Federale alla Commissione Disciplinare Nazionale del 21 marzo 2011. Nella nota diffusa in questa data, si contesta alla ASG Nocerina s.r.l. di non aver utilizzato il conto corrente indicato dalla Società per effettuare il pagamento degli stipendi di due calciatori nel mese di settembre 2010. Questa imputazione non attiene al vero in quanto la ASG Nocerina s.r.l. ha provveduto al pagamento degli stipendi dei calciatori in questione. Le norme federali impongono il pagamento degli emolumenti tramite bonifico bancario dal conto corrente della Società a quello personale del tesserato. I due atleti, nel periodo di tempo contestato dal Procuratore Federale, non disponendo di un conto corrente personale hanno ricevuto i propri emolumenti tramite assegni circolari emessi dalla ASG Nocerina s.r.l. dal conto corrente comunicato alla CO.VI.SO.C. Per questi motivi alla ASG Nocerina s.r.l. appare ingiustificata la proposta di deferimento da parte del Procuratore Federale, in quanto ai calciatori sono stati corrisposti i rispettivi stipendi. Non si può sostenere che questa Società non abbia provveduto a rispettare i propri impegni improrogabili come i pagamenti a tutti i tesserati, i relativi F24 e i fondi di fine carriera entro la data del 15 novembre 2010. Dispiace che l’immagine limpida della ASG Nocerina debba essere intaccata da simili errori di valutazione; per questo la ASG Nocerina s.r.l. affida all’Avv. Gaetano Aita il mandato legale per dimostrare nelle sedi competenti la sua totale estraneità a ciò che Le viene imputato e la trasparenza delle operazioni compiute verso tutti i tesserati come avvenuto durante l’intero arco della stagione.


Responsabile ufficio stampa Luigi Caputo

Back to top button