Ultime news

Pensalfini Laconico: ”uniti per ambire a qualcosa di importante”

Vittoria memorabile per la truppa guidata da Dionigi. Grande voglia di portare a casa tre punti importanti davanti al proprio pubblico e altrettanto grande è stata la sofferenza fino al novantacinquesimo che ha permesso di abbattere la Nocerina dei record. Uno dei migliori in campo senza ombra di dubbio è stato Filippo Pensalfini. Il centrocampista ha dimostrato grande professionalità entrando a gara in corso al posto dell’infortunato Giorgino. L’ex Verona commenta così la prestazione: “E’ stata una buona partita e i tre punti sono fondamentali perchè ci danno tantissimo morale. E’ un successo particolare, ottenuto non solo con il bel gioco ma anche con la grande sofferenza. Per quanto mi riguarda, ho impiegato un po’ di tempo per capire l’andamento del match poichè sono entrato a freddo senza riscaldarmi. La Nocerina? E’ una squadra forte, soprattutto quando gioca palla a terra, però questa volta abbiamo vinto. Continuiamo così e non perdiamo l’umiltà. Questi tre punti dimostrano che stiamo bene atleticamente e nonostante il primo caldo abbiamo retto benissimo”
Occhio ai passi falsiLa classifica diventa quanto mai positiva. Il successo contro i molossi porta gli ionici a pari punti con la Juve Stabia di Braglia.“La classifica è corta e dobbiamo rimanere concentrati fino in fondo perchè se fai un passo falso, mette le altre squadre nella condizione di recuperare terreno. Se non lavoreremo bene durante gli allenamenti, potremmo cadere e non riprenderci”.
Bolgia rossoblu Oltre 8200 spettatori, lo ‘Iacovone’ più straripante della stagione. “Era una bolgia incredibile – afferma il centrocampista -. Il calore che mi ha dato questo pubblico non l’ho vissuto neanche a Verona. I tifosi sono importanti per noi in quanto ci sostengono anche nei momenti di difficoltà. Quando l’arbitro ha fischiato, ho provato una sensazione incredibile, difficile da descrivere. Devi essere sul campo per poterlo capire”.
Complimenti Gli elogi non vanno solo al singolo, ma al gruppo che è stato in grado di tenere testa alla prima della classe. “I complimenti vanno a tutti, non solo a me. E’ un periodo in cui tutti fanno bene, anche chi entra a gara in corso. Dobbiamo rimanere uniti per poter ambire a qualcosa di rilevante”.


Vito Galasso

 

Back to top button