Ultime news

Auteri: «Mi meraviglio di Zeman!»

In un clima moderatamente festoso è ripresa la preparazione della Nocerina in vista del prossimo impegno di campionato che la vedrà opposta al Foligno. Auteri ha concesso un giorno in più di riposo su espressa richiesta dei calciatori dopo la vittoriosa gara di Foggia che ha decretato la matematica promozione dei molossi in serie B. Lo storico traguardo, il terzo in cadetteria e il terzo di fila a partire dalla serie D, ha regalato Festività pasquali indimenticabili per i tifosi delle due Nocera che dopo i festeggiamenti, durati fino a notte inoltrata, hanno continuato con le gite fuori porta della Pasquetta. Castaldo e compagni hanno svolto un proficuo allenamento, c’erano da smaltire le tossine accumulate in questi giorni e soprattutto riprendere la giusta concentrazione per il prosieguo della stagione. Auteri ha parlato a lungo ai calciatori, ha chiesto di onorare fino in fondo il torneo, gli equilibri stessi sono in gioco, i rossoneri, infatti, affronteranno già domenica prossima una squadra in piena zona play out e alla disperata ricerca di punti salvezza. Alla penultima poi ci sarà la trasferta di Gela, difficoltosa anche sotto l’aspetto ambientale, con i Siciliani che ancora non hanno centrato la matematica salvezza. Dopo un intenso lavoro atletico solita partitella a ranghi contrapposti a metà campo, l’occasione per il tecnico molosso di cominciare ad avere un’idea sulla formazione di domenica prossima, giocherà chi sarà in grado di dare il massimo, questo il pensiero dello stesso, che, però, non siederà in panchina per aver ricevuto una giornata di squalifica dovuta alla reazione, sia pur blanda, alle provocazioni e all’aggressione subite nel dopo gara a Foggia negli spogliatoi. Eccezion fatta per Scalise e Negro che hanno svolto lavoro differenziato in quanto ancora alle prese con un affaticamento muscolare, i rossoneri tutti abili ed arruolabili, della truppa fa parte ormai in pianta stabile il centrocampista Gherardi, ex Triestina, e probabile prossimo acquisto della Nocerina. Da segnalare una nota di colore, lo storico magazziniere Giovanni Oliva si è presentato alla ripresa della preparazione  senza gli ultra quarantennali baffi (foto Ciro Pisani), tagliati per mantenere la promessa fatta in caso di vittoria del campionato. Nel dopo allenamento ai nostri microfoni un Auteri ancora molto rammaricato per quanto accaduto nel dopo gara sabato scorso ha voluto riprendere la disamina dei fatti a suo avviso gravissimi e non degni di una società dal passato illustre come il Foggia. Il tecnico siciliano oltre ad essere stato ingiuriato e schiaffeggiato da esponenti della società dauna è stato anche assediato da domande offensive e tendenziose da parte di alcuni giornalisti di Foggia. Auteri ha rimarcato, inoltre, le cause della violenta reazione di Casillo, una vecchia acredine risalente ai tempi di Avellino nei primi anni 90, quando le strade tra lui, allenatore, e Casillo, presidente, si incrociarono. Il tecnico molosso poi si sofferma a parlare a lungo di Zeman verso il quale esprime il rammarico maggiore, reo di aver fatto come Ponzio Pilato, tanto per rimanere in tema pasquale, e non aver preso una ferma posizione di condanna nei confronti della sua società. Proprio lui considerato un icona del calcio e il paladino di tante battaglie per un calcio più pulito. A seguito di tali fatti incresciosi, che probabilmente avranno ulteriori strascichi anche in sede penale, Casillo è stato squalificato per 6 mesi e i Pugliesi hanno subito una multa di 20.000 euro. Oltre agli episodi che hanno coinvolto il tecnico e i dirigenti nocerini stessi, la terna arbitrale è stata fatta oggetto oltre che di un fitto lancio di oggetti in campo, di spintoni da parte degli addetti alla sorveglianza con uno dei guardalinee ustionato al braccio da una sigaretta.


VIDEO – www.nocerinachannel.it – intervista Gaetano Auteri

 

Roberto Errante, ForzaNocerina.it

Back to top button