Ultime news

De Franco: «Non mi fido della Lucchese»

Reduce da una sconfitta a dir poco surreale contro il Benevento, al San Francesco arriva una Lucchese in piena emergenza. Assenti Michelotti e Costantini, squalificato Pani, per Cardona la stagione è praticamente finita visto che dovrà sottoporsi ad un’operazione al menisco. A complicare ulteriormente la situazione, la lesione di primo grado ad un polpaccio per il secondo portiere Pardini  e  la tonsillite che affligge Baldanzeddu. Preoccupano anche le condizioni del giovane attaccante Hemmy che lamenta un problema muscolare. Nonostante tutto Ciro De Franco non si fida affatto dell’undici di Indiani: “Personalmente non ci credo alla storiella della Lucchese priva di motivazioni – afferma il difensore rossonero ai microfoni di NocerinChannel.it a margine dell’allenamento odierno – affrontano la capolista e sono sicuro che ci terranno a fare bella figura; a prescindere dagli obiettivi di squadra che possono essere stati più o meno raggiunti restano sempre quelli personali che non sono da meno”. Lucchese e poi Juve Stabia, una doppia casalinga che se sfruttata al massimo potrebbe consentire alla Nocerina di staccare con largo anticipo il pass per la serie cadetta soprattutto se il Benevento dovesse perdere ancora qualche punto per strada tra Barletta e Cavese: “Nello spogliatoio c’è grande tranquillità – continua De Franco –  la squadra sa cosa vuole, a volte non c’è bisogno nemmeno di parlare tra di noi perché ci capiamo al volo, non vediamo l’ora di conquistare i punti che mancano alla promozione matematica per festeggiare questo ambizioso traguardo, ma pensiamo ad una gara alla volta come abbiamo sempre fatto fino ad oggi”. Sfida nella sfida quella con il bomber Marotta che domenica si rinnova dopo le scintille dell’andata: “Marotta è un signor attaccante e ha dimostrato di poter fare la differenza in questa categoria, ma sono tranquillo, ci metterò il massimo impegno come ho sempre fatto, in ogni caso so di poter contare sull’aiuto di un reparto difensivo di esperienza che sa fare il suo lavoro e sicuramente mi darà una mano a far si che tutto vada per il meglio”

Intanto in città di giorno in giorno cresce l’attesa, De Franco prova a fare il pompiere: “E’ giusto che i tifosi inizino a fantasticare e si sentano già con un piede e mezzo in B, chi non lo farebbe dopo un campionato del genere, fossi in loro però aspetterei prima di dare il via ai festeggiamenti perché quando la promozione diventerà realtà sono convinto che sarà ancora più bella di come l’hanno immaginata”.

 

VIDEO – www.nocerinachannel.it – intervista Ciro De Franco

 

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it ( Foto:Ciro Pisani)

Back to top button