Ultime news

Fabbro fa le carte alla Nocerina: ”La promozione è in cassaforte”

L’attesissimo derby in programma domenica allo stadio San Francesco è di giorno in giorno più vicino ed in casa gialloblù vi è sempre maggiore convinzione di poter rovinare quella festa molossa iniziata sin da lunedì sera, quando i tifosi si sono riversati in piazza per celebrare la sconfitta del Benevento, proseguita in settimana con l’accoglienza festante riservata ai calciatori di Auteri al ritorno in campo per gli allenamenti martedì e culminata nell’intenso lavoro dedicato alla preparazione delle coreografie nelle ultime ore. Una sicurezza nei propri mezzi palesata da Alessandro Fabbro, da due anni leader della difesa delle vespe: “Il nostro è un gruppo giovane che giova della presenza dei calciatori più anziani, i quali hanno un’esperienza tale da riuscire quotidianamente a coinvolgere gli altri – spiega “The Wall” – Calciatori come Molinari e Corona mettono sempre le loro qualità al servizio di tutti per venir fuori dai momenti meno brillanti delle gare ed è a loro che va riconosciuto gran parte del merito dei risultati sin qui ottenuti. Siamo consapevoli che domenica saremo attesi da un ambiente incandescente, ma io sono convinto che la Nocerina a fine partita potrà festeggiare anche in caso di sconfitta, dato che ritengo improbabile che il Benevento ottenga 15 punti da qui alla fine del torneo. L’undici di Gaetano Auteri ha dimostrato sul campo in questa stagione di essere superiore alle avversarie, non a caso può contare su calciatori strepitosi come Castaldo, che qui a Castellammare è ancora amato e ricordato per il gol che permise alla

Juve Stabia di conquistare la Coppa Italia di Serie D contro la Massese. Spero davvero che domenica resti a secco o, se proprio dovesse segnare, che il risultato finale sia di 2-1 per noi”. Chi non è riuscito ancora ad andare a segno in questa stagione è proprio il difensore ex Vibonese: “Tra pali ed interventi straordinari dei portieri sembra proprio che quest’anno non debba realizzare alcuna rete. Pazienza, l’importante è che la squadra faccia bene, per le soddisfazioni dei singoli c’è sempre tempo. Non era facile rivoluzionare una rosa e raggiungere la posizione in classifica in cui ci troviamo, il terzo posto non era assolutamente ipotizzabile in avvio di campionato. I risultati ottenuti a Castellammare di Stabia non li ho mai raggiunti con altre squadre. In questi due anni ho fatto parte di due gruppi molto differenti tra loro con cui mi sono trovato benissimo anche grazie all’apporto della società, che con la sua supervisione e le tante attenzioni contribuisce a far sì che tutto vada per il verso giusto. Domenica abbiamo percepito l’entusiasmo della gente e ciò mi ha reso felicissimo. Sono entusiasta di essere rimasto e di aver offerto il mio contributo per invertire il trend negativo che ha caratterizzato la prima parte del nostro girone di andata. Il nostro obiettivo ora è dare il massimo da qui al termine della regular season per conquistare la qualificazione ai Play-Off e giocarci tutto nella post season”.  E chissà che il gol tanto atteso non giunga nel momento più importante della stagione…

Gioacchino Roberto Di Maio, www.stabiachannel.it

 

Back to top button