Ultime news

Nocerina, Benevento e Atletico pronte per il rush finale

Torna dopo l’ultima sosta di stagione il girone B di Prima Divisione e si prepara per il rush finale. L’ultimo turno ha dato precise indicazioni sia in testa che in coda anche se tutto è ancora aperto e praticamente tutte le compagini restano in corsa per centrare i propri obiettivi, ad eccezione forse solo della Lucchese prossima avversaria della Nocerina, ormai salva e con i play-off a distanza siderale.

I toscani si presenteranno al “San Francesco” senza il bomber Marotta ed il difensore Baldanzeddu, messi ko da un virus intestinale. A loro si aggiunge la squalifica del regista Pani, con Indiani che si affiderà a Crocetti e Grassi per creare grattacapi alla difesa nocerina.

Auteri dal canto suo recupera Castaldo e De Liguori, la cui assenza è pesata a Taranto, e può disporre di tutta la rosa eccezion fatta per Sardo e Filosa, prossimo al rientro.

Alle spalle dei molossi resta il Benevento, ora a 10 punti, e che si esibisce ancora una volta di lunedi sera davanti alle telecamere di Rai Sport. Rende visita agli uomini di Galderisi il Barletta, scottato dalla sconfitta nel recupero contro la Cavese e desideroso di allontanarsi dalla zona pericolosa. In casa sannita si prepara una nuova rivoluzione dopo la brutta ma fortunata prova di Lucca. Partita ricca di insidie anche per la terza in classifica Atletico Roma: in casa di un’Andria in crisi nera si cerca di invertire il disastroso rendimento esterno fatto di 4 sconfitte nelle ultime 4 esibizioni lontano dal “Flaminio”. Incocciati deve rinunciare agli squalificati Doudou, Angeletti e Miglietta mentre Degli Schiavi, confermato in panchina al posto di Papagni, recupera Sibilano e Coletti ma perde il centrocampista Moro.

Torna invece tra le mura amiche la Juve Stabia dopo la sconfitta di Roma. In settimana, con il 3-1 di Carpi, è stata ipotecata la conquista della Coppa Italia di Lega Pro ed ora le vespe cercano il consolidamento del posto play-off. Al “Menti” è di scena la Ternana di Bruno Giordano, tiratasi fuori nelle ultime settimane dalla zona play-out. Problemi di formazione per Braglia che senza Albadoro, Cazzola, Maury e Molinari sarà costretto a stravolgere l’assetto base. Va a Foligno invece il Taranto dopo la bella vittoria contro la Nocerina. Dionigi ha problemi a centrocampo dove mancheranno i titolari Giorgino e Di Deo, mentre sulla trequarti sarà ancora assente Chiaretti. Sulla sponda umbra, dopo l’ulteriore punto di penalizzazione ricevuto in settimana, si fa consistente l’incubo ultimo posto: urge quindi una prestazione d’orgoglio contro quella che è probabilmente la compagine più in forma del girone. Dopo la vittoria nel recupero contro il Foggia, crede ora nei play-off anche il Siracusa, impegnato a Gela per un derby dall’elevato tasso di elettricità. Gli uomini di Ammirata (1 vittoria nelle ultime 19 partite) devono finalmente conquistare i tre punti per dare ossigeno ad un classifica che inizia a farsi drammatica, pur senza gli attaccanti titolari Cunzi e Docente infortunati. Dopo le tante polemiche arbitrali degli ultimi tempi cerca ora riscatto il Foggia che attende allo “Zaccheria” il rinvigorito Pisa degli ultimi tempi. Zeman non avrà gli squalificati Burrai e Laribi ma recupera dopo diverso tempo il centrocampista Salamon. Davanti solito tridente formato da Farias, Sau ed Insigne. Pagliari, che ha letteralmente resuscitato una squadra apparsa spenta e senza mordente prima del suo arrivo, ritrova Passiglia a centrocampo ma deve rinunciare all’infortunato Raimondi al centro della difesa. Ultime speranze di riaggancio ai play-off anche per la Virtus Lanciano che ospita il Cosenza, cui in settimana sono stati sottratti altri due punti dalla Disciplinare rendendo di fatto vana la vittoria contro il Gela di quindici giorni fa. Padroni di casa che recuperano molti degli infortunati degli ultimi tempi, con i soli Sacilotto e Turchi che dovrebbero marcare visita. Problemi in difesa invece per De Rosa, con Thackray, Fernandez, Musca e Scarlato out per infortunio.

Chiude il quadro di giornata il fondamentale scontro salvezza di Viareggio tra i padroni di casa (2 punti nelle ultime 7 gare) e la Cavese di Melotti, reduce dai vitali 3 punti conquistati nel recupero contro il Barletta. Con il rientro di Camillo Ciano dalla squalifica, si cercherà di replicare in Toscana per scavalcare i bianconeri e lasciare l’ultima posizione: un’impresa che sembrava impossibile fino a qualche settimana fa ma che ora sta diventando sempre più reale.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button