Ultime news

Auteri: «Zamparini? Solo voci»

Archiviata senza particolari rimpianti la sconfitta di Gela la Nocerina ha ripreso nel pomeriggio la preparazione in vista della gara con il Lanciano che chiuderà la strepitosa stagione dei molossi. Questo almeno per quanto riguarda la regular season perché poi i rossoneri sono attesi dal doppio confronto con il Gubbio, neo promosso in serie B per quanto riguarda il girone A. L’andata si giocherà proprio in Umbria il 21 alle ore 15, causa mancanza di impianto d’illuminazione dello stadio degli Umbri, mentre il ritorno al San Francesco è previsto per il 26 in serale. Se a Gela Castaldo  e compagni hanno dovuto fare i conti con le maggiori motivazioni dei siciliani in cerca di punti salvezza, col Lanciano si prospetta il classico match di fine stagione, visto che anche gli Abruzzesi non hanno più niente da chiedere ad un campionato disputato tra alti e bassi. Il fatto che la Nocerina abbia centrato con largo anticipo la promozione in B permette alla dirigenza nocerina di poter ponderare bene le strategie di mercato, per cui abbondano i provini di giovani calciatori al vaglio di Auteri. Oggi è stato il turno di Filipi De Souza, centrocampista brasiliano classe ’87 del Santos e di Spada trequartista classe ’93 cresciuto nelle giovanili del Siena ed in forza al Messina. Da segnalare anche l’interessamento per due giovani di scuola Inter ossia Luca Caldirola, difensore in prestito al Vitesse e Alen Stevanović, trequartista, trasferito da gennaio al Torino sempre con la formula del prestito. Data l’abbondanza di calciatori a disposizione Auteri ha fatto disputare ai suoi una sorta un mini torneo suddividendo la rosa in tre squadre in base al colore della casacca: gialli, rossi e blu formati da 8 elementi ciascuno che si sono affrontati in tre partitelle a campo ridotto. L’ipotetica  vittoria è andata ai gialli che si sono aggiudicati per 2-0 l’incontro con i rossi, in rete Galizia e Ripa, e pareggiato 1-1 con i blu, goal di Bruno per i gialli e di Petrilli per i blu, che hanno chiuso perdendo per 1-0 con i rossi, marcatore Gherardi, e, quindi, ultimi. Per i rossi si sono schierati Chinchio in porta; Sardo, Pomante, Riccio, Bolzan in difesa; Ghiradi, De Martino, Cavallaro a centrocampo, con Castaldo unica punta. Formazione dei gialli composta dal portiere Amabile, Di Maio, Servi e Scalise difensori; Filipi De Souza, Bruno, Pepe e Spada a centrocampo; il duo Galizia-Ripa in attacco. Per i blu, invece, hanno giocato Gori tra i pali; Nigro, De Franco e Carrieri arretrati; Petrilli, De Liguori e Marsili sulla mediana; Negro e Ramaglia di punta. Sia Negro che Ripa si sono allenati regolarmente, dopo i problemi fisici accusati durante le scorse settimane, il solo Catania ha svolto lavoro differenziato per un’infiammazione muscolare. In attesa della supercoppa, quindi, c’è da espletare l’ultima formalità stagionale, si prevede nuovamente un abbondante turn-over con l’impiego di molti calciatori che hanno trovato poco spazio in questo campionato. Nonostante tutto ci sarà grossa affluenza di pubblico, con la tifoseria organizzata che aprirà i festeggiamenti promozione che si protrarrano anche nei giorni successivi, in calendario, infatti, un duplice appuntamento prima a Noceria Superiore e poi a Nocera Inferiore. A fine allenamento Auteri ha analizzato la sconfitta col Gela: ” abbiamo disputato un ottimo primo tempo, loro sono venuti fuori nel finale approfittando di un nostro calo e sono riusciti a trovare il goal vittoria”. Non ha lesinato complimenti alle cosidette seconde linee: ” di Galizia, così come di Servi o di Petrilli ero sicuro che avrebbero dato il massimo, li conosco molto bene ed in allenamento si sono sempre impegnati”. Un commento anche alla gara col Lanciano: ” sarà la classica gara di fine stagione, entrambe le squadre hanno raggiunto i propri obiettivi per cui non ci saranno grosse motivazioni, puntiamo comunque a chiudere in bellezza il torneo”. In questi giorni il suo nome è stato accostato al Palermo, il presidente rosanero Zamparini ha inserito Auteri tra i candidati a sostituire Delio Rossi: “è chiaro che sono voci che non possono che fare piacere ma io non ne so niente, l’ho appreso dai giornali”. Domenica scorsa è tornato in campo dopo un lungo stop, per un grave infortunio, Liberato Filosa: “sono molto contento, finalmente l’incubo è finito, sei mesi sono tanti ed io ho sofferto molto a non poter dare il mio contributo”. La mente è già rivolta alla supercoppa col Gubbio: “ci teniamo a onorare questo impegno, è sicuramente una vetrina importante, specie per chi come me ha giocato poco”.


VIDEO – www.nocerinachannel.it – intervista Gaetano Auteri


VIDEO – www.nocerinachannel.it – intervista Liberato Filosa

 

Roberto Errante, ForzaNocerina.it ( foto:CIRO PISANI)

Back to top button