Ultime news

Le motivazioni del Gela sono più forti della Nocerina

Finisce 2-1 al Presti. Le motivazioni del Gela, che con i tre punti di oggi conquista l’aritmetica salvezza, sono state,  alla lunga, più forti della Nocerina anche se i molossi, seppur in formazione rimaneggiata (Auteri lascia a casa per scelta tecnica Gori, Catania, Castaldo, Nigro, Negro e Di Maio e deve rinunciare a Sardo assente per motivi familiari e all’acciaccato Ripa) soprattutto nella prima frazione di gioco, non hanno affatto sfigurato. Ammirata è costretto a rinunciare a Giardina e Carbonaro infortunati e D’Anna squalificato. Il tecnico gelese opta per un centrocampo robusto, con Piano accanto a Zaminga e il rientrante Scopelliti sull’out destro. Non c’è il pienone sugli spalti come si era augurato il presidente Tuccio in settimana ma gli oltre 2000 spettatori presenti si fanno sentire e danno una grossa mano ai padroni di casa nei momenti topici dell’incontro. Da segnalare anche la presenza di una settantina di sostenitori rossoneri. Pronti via e dopo appena due minuti la Nocerina passa in vantaggio. De Martino apre per Pepe; cross al centro per Galizia che di testa insacca l’0-1. Chi si aspettava una Nocerina remissiva e appagata è subito servito. Al 14′ uno scatenato Cavallaro colpisce l’esterno della rete. Il Gela si fa vedere dalle parti di Amabile la prima volta dopo venti minuti con Docente che si fa anticipare da Carrieri prima di calciare a botta sicura. Spettacolare l’intervento di Amabile al 25′ quando toglie il pallone dalla rete sul tuffo di testa di Porcaro. Dopo quattro minuti è invece Cavallaro a saggiare i riflessi di Nordi su punizione, il numero uno di casa si fa trovare pronto e respinge il pallone destinato nel sette. A tre minuti dalla fine del primo tempo è il palo a dire di no a Pepe. Il suo sinistro è potente e velenoso, Nordi è battuto ma la palla colpisce in pieno il legno. Goal sbagliato, goal subito, ha quasi sempre funzionato così nel calcio e difatti nell’unico minuto di recupero il Gela trova il pareggio. Cunzi dalla bandierina pesca Scopelliti che di testa fa 1-1. Nella ripresa torna in campo una Nocerina meno concentrata, bravo il Gela ad approfittarne. Dopo appena sessanta secondi ci prova Cunzi dopo uno scambio stretto con Docente: Amabile dice di no. Il sostituto di Gori si ripete all’8. Docente si presenta tutto solo davanti al portiere rossonero che ci mette ancora una volta una pezza, evitando la rete del 2-1. Nulla può però al minuto 28. Bigazzi smarca Docente in area e il successivo assist porta Cunzi a realizzare da due passi il gol del definitivo 2-1. Nei dieci minuti finali Auteri manda campo Filosa per Pomante. Per l’ex Marcianise è la fine di un calvario dopo il brutto infortunio ai legamenti patito nella gara di andata contro la Juve Stabia al Menti. L’ultima occasione capita a Marsili che prova a mettere in difficoltà Nordi dai venti metri, bravo il portiere di casa a rifugiarsi in angolo. Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Il Gela fa festa, per la Nocerina è appena la quarta sconfitta su trentatrè gare disputate: numeri da grande, numeri da capolista.

 

 

GELA – NOCERINA 2-1

 

GELA (4-4-2): Nordi, Porcaro, Cossentino, Cardinale, Petrassi; Scopelliti, Zaminga (40′ st Rabbeni), Piano (14′ st Avantaggiato ), Bigazzi (37′ st Aliperta); Docente, Cunzi. A disp.: Maraglino, Crivello, Italiano, Saani. All.: Ammirata.

 

NOCERINA (3-4-3): Amabile; Scalise, Carrieri, Pomante (31′ st Filosa), Riccio; Pepe, De Martino, Marsili; Cavallaro, Galizia, Petrilli. A disp.: Chinchio, Bolzan, De Franco, Bruno, De Liguori, Servi. All.: Auteri.

 

Arbitro: Vallesi di Ascoli Piceno.

 

Reti: 2′ pt Galizia (N), 46′ pt Scopelliti (G), 28′ st Cunzi (G).

 

Note: Spettatori 1657 per un incasso di 9119.43  compresa quota abbonati, un centinaio di tifosi ospiti. Ammoniti Bigazzi (G), Petrassi (G). Angoli 6-1 per il Gela. Recuperi 1′ e 1′.


VIDEO – Gela-Nocerina 2-1: le immagini salienti

 

FOTO – Gela-Nocerina 2-1 @Giuseppe Ventura

 

 

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it

Back to top button