Ultime news

Nocera Superiore festeggia e premia i molossi

E la festa continua ancora… Non si ferma più la macchina delle celebrazioni per la Serie B. Ieri sera una nuova tappa per la Nocerina, a Pecorari di Nocera Superiore in un evento inserito nelle celebrazioni per San Pasquale Baylon. Sacro e profano che si uniscono, grazie anche alla disponibilità di don Roberto Farruggio, parroco della vicina chiesa di Maria SS di Costantinopoli.

La serata, organizzata dai gruppi ultras molossi di Nocera Superiore, ha visto la partecipazione di una nutrita delegazione della Nocerina. Sul palco, in rappresentanza della dirigenza, il patron Giovanni Citarella, l’amministratore unico Alfonso Faiella e il direttore sportivo Ivano Pastore; staff tecnico con Gaetano Auteri e Loreno Cassia; per la squadra i “pezzi da 90” Bruno, De Liguori, Catania, Castaldo, Di Maio, Nigro, Scalise e Galizia.

I cori e gli applausi del folto pubblico presente hanno fatto da introduzione alla consegna di targhe ricordo a tutti i tesserati della Nocerina, compresi i tanti assenti. Oltre trenta bambini si sono alternati sul palco, prima della consegna di due ulteriori premi, offerti da Giovanni Ferrentino, titolare della ditta Alfe, concessionaria della Centrale del Latte di Salerno per l’Agro Nocerino: il patron Giovanni Citarella è stato omaggiato di un netbook, mentre un sorteggio ha visto Vincenzo De Liguori “vincitore” di un buono vacanze da 1000 euro.

Inversione di ruoli a seguire. Giovanni Citarella, Gaetano Auteri e Gigi Castaldo hanno consegnato targhe ricordo ai familiari di Raffaele Avino, Roberto Di Marino e Andrea D’Amato (per tutti “Zi’ ‘Ndrea”), tifosi venuti a mancare negli anni passati.

Ciro Puopolo, tifoso rossonero, ha tenuto banco con una goliardica poesia dialettale, condita di complimenti per i molossi e di sani sfottò per le “acerrime” rivali Salernitana, Cavese e Paganese. Sorrisi e applausi che hanno anticipato il taglio della torta da parte di Citarella e Auteri, sulle note di “We are the champions” dei Queen.

Una sorta di sigla finale di una serata, conclusa tra autografi, foto, torta e spumante, in attesa che la Nocerina provi a centrare il “double” nella doppia sfida di Supercoppa Lega Pro contro il Gubbio.


fonte: Giuliano Pisciotta, www.zero-zero.it

Back to top button