Ultime news

Ultimi 180 minuti, è bagarre in zona play out

Ultimi 180 minuti nel girone B di Prima Divisione, raggruppamento che ha riservato diverse sorprese nell’arco della stagione con 3 neopromosse piazzatesi nei primi 5 posti della classifica e molte squadre annunciate come protagoniste alla vigilia (Cosenza, Andria e Lanciano su tutte) rivelatesi autentiche delusioni.  Già note le squadre che parteciperanno ai play-off, restano da definire solo le posizioni in griglia, mentre è bagarre in zona play-out. Nocerina di scena al “Presti” di Gela per onorare un campionato vinto due settimane fa e con in campo elementi che nell’arco dell’anno hanno avuto poche occasioni per mettersi in mostra. Meno rilassati i padroni di casa che, dopo il buon pareggio di Barletta, cercano una vittoria che permetterebbe di archiviare la pratica salvezza ed iniziare a programmare un futuro meno tribolato. Ammirata deve fare a meno dell’esterno offensivo D’Anna squalificato sostituito dal rientrante Bigazzi e recupera gli esperti Scopelliti e Giardina assenti da qualche settimana. Speranze gol affidate quasi interamente al ritrovato bomber Docente degli ultimi tempi.

Impegno in trasferta anche per il Benevento che a Foligno cerca almeno un punto per blindare il secondo posto dagli assalti del rinato Atletico Roma. Galderisi anche questa settimana fa la conta degli infortunati con Palermo, Siniscalchi, Grauso e Pintori non convocati. Fiducia a Vacca al fianco di Bianco in mediana e probabile conferma per Clemente come unico riferimento offensivo con Evacuo pronto ad entrare a gara in corso. Qualche problema di formazione anche per gli umbri che devono difendersi dal recupero della Cavese in classifica e conquistare i play-out. Non ci saranno gli infortunati Bassoli e Fedeli oltre agli squalificati Cavagna e Cusaro. Recuperato il portiere Rossini. Non facile anche l’impegno interno dell’Atletico Roma che ospita un Cosenza capace di conquistare dieci punti negli ultimi cinque match.

I calabresi sono ancora in zona play-out e devono uscire imbattuti dalla capitale per poi giocarsi tutto nell’ultima gara casalinga contro il Foggia. De Rosa punta molto sulla forma di Degano pronto ad affiancare Biancolino in attacco. Padroni di casa con l’intera rosa a disposizione e decisi a continuare la serie positiva con Chiappara in panchina: unico dubbio Mazzeo-Franchini al fianco di Ciofani.

Derby pugliese a Foggia (diretta Rai Sport) dove gli uomini di Zeman giocano per l’onore contro un Taranto imbattuto da tredici turni. Il boemo recupera in difesa Candrina e Romagnoli ma perde lo squalificato Rigione. Dionigi senza Pensalfini appiedato dal giudice sportivo e Chiaretti infortunato. Turno sulla carta più facile per la Juve Stabia a pari punti con gli ionici ma reduce da due sconfitte di fila. Al “Menti” arriva una Lucchese senza più obiettivi di classifica dopo aver conquistato matematicamente la salvezza domenica scorsa. Braglia (squalificato) deve far fronte all’importante assenza di Di Cuonzo che salterà anche i play-off vista la squalifica per sei giornate. Possibile un cambio di modulo che non riguarderà però l’attacco, sempre affidato al tridente Albadoro, Corona, Mbakogu. Ampio turnover per i toscani senza sei infortunati.

Torna in casa il Siracusa dopo che i due punti conquistati negli ultimi cinque incontri hanno stroncato le residue speranze play-off. Al “De Simone” arriva la Ternana in cerca di importanti punti salvezza. Ugolotti darà spazio a qualche calciatore poco impegnato durante l’annata come l’attaccante Torregrossa, il centrocampista Corapi ed il portiere Fornoni. Umbri che possono contare sul rientro di Nolè in attacco al fianco di Tozzi Borsoi e su quello di Fusciello in mediana. Assente il solo Borghetti squalificato. Discorso analogo ai siciliani anche per la Virtus Lanciano. Gli uomini di Camplone, partiti per un campionato di vertice, sono usciti dai giochi troppo presto e giocano soltanto per l’onore in casa contro un Barletta alla ricerca degli ultimi punti per la tranquillità, dando spazio a diversi comprimari. I pugliesi con l’arrivo di Cari in panchina hanno perso una sola volta e si avviano a conquistare una salvezza anticipata insperata alla vigilia della stagione. Il tecnico toscano conferma la squadra delle ultime settimane con l’unica eccezione dello squalificato Rajcic rilevato da Zappacosta.  Infuocate si preannunciano Viareggio-Pisa e Andria-Cavese. Nel derby toscano i bianconeri padroni di casa devono necessariamente vincere per allontanare definitivamente l’ultima posizione mentre agli ospiti potrebbe bastare anche un pari per conquistare la salvezza. Emergenza in mediana per Scienza senza Pizza, Castiglia e Kras. Nerazzurri senza gli squalificati Favasuli e Calori e l’infortunato Carparelli. Gara da dentro o fuori al “Degli Ulivi”: l’Andria, senza lo squalificato Di Simone, deve vincere per alimentare le residue speranze di evitare i play-out mentre per la Cavese anche un punto potrebbe essere utile in attesa del decisivo scontro diretto di domenica prossima contro il Foligno.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button