Ultime news

Verona con un piede in B. 0-0 tra Juve Stabia e Atletico Roma

Con due rigori di Ferrari, uno per tempo, il Verona archivia la pratica Salernitana e può guardare con relativa fiducia alla gara di ritorno in programma domenica prossima all’Arechi.
Davanti a 22000 spettatori, di cui 2000 giunti da Salerno, la squadra di Mandorlini parte subito all’attacco cercando di sfruttare al meglio la spinta del pubblico amico. Dopo un paio di occasioni ben sventate da Caglioni, gli scaligeri passano al 17′: tocco di mano in area di Montervino e calcio di rigore assegnato dall’arbitro Di Bello ai padroni di casa. Dal dischetto è Ferrari a portare in vantaggio i gialloblu. La risposta granata si esaurisce in un paio di occasioni non concretizzate da Fava prima e Ragusa poi.
Nella ripresa il Verona, con un Halfredsson superlativo a centrocampo, mantiene il controllo del match e raddoppia al 66′ con un lancio di Mancini che pesca Ferrari solo davanti a Caglioni. Il portiere ospite tenta l’intervento disperato ma atterra l’attaccante: chiara occasione da gol impedita, calcio di rigore ed espulsione per il portiere campano.
Tra i pali va Iuliano che non riesce ad intercettare la nuova trasformazione dal dischetto dello stesso Ferrari.
Nel finale la Salernitana con un uomo in meno tenta di attaccare disperatamente ma non riesce a costruire nulla di pericoloso, è anzi il Verona a rischiare il tris con Halfredsson, ma è bravissimo Iuliano a chiudergli lo specchio.
Al ritorno gli uomini di Breda dovranno vincere con 2 gol di scarto per conquistare la promozione in B, dovendo fare a meno di Caglioni e Montervino squalificati e con il dubbio Fabinho, uscito a metà primo tempo per problemi muscolari.
Nella finale d’andata del girone B 0-0 al “Menti” di Castellammare tra Juve Stabia e Atletico Roma. Le emozioni sono concentrate tutte nel primo tempo. L’avvio è veemente da parte della Juve Stabia che colpisce un palo all’8′ con Molinari direttamente da calcio di punizione. L’Atletico Roma si fa viva a metà frazione con due conclusioni di Angeletti e Franchini, ben controllate dall’estremo di casa Colombi.
Proteste stabiesi al 38′ per un fallo di mani in area di Doudou, non sanzionato dall’arbitro Di Paolo. Nella ripresa le squadre si allungano, condizionate della tensione e dal gran caldo, e la gara cala inevitabilmente di ritmo.
L’Atletico Roma gestisce senza patemi la partita con Baronio leader e metronomo del centrocampo e l’unica occasione capita sulla testa di Molinari a tempo quasi scaduto.
Al ritorno i capitolini potranno contare su due risultati su tre per accedere in serie B per la prima volta nella loro storia.
Sono andate in scena quest’oggi anche le finali di ritorno dei play-off di Seconda Divisione. Accedono in Prima Divisione la Feralpi Salò, che batte 2-1 in casa la Pro Patria, dopo l’1-1 dell’andata; la Carrarese, vittoriosa per 2-0 sul Prato, dopo lo 0-1 subito in Toscana la settimana scorsa. Niente da fare per l’Avellino che, dopo la vittoria al “Partenio” di settimana scorsa, cede 3-1 dopo i tempi supplementari a Trapani, consentendo ai siciliani di tornare in Prima Divisione dopo 14 anni.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button