Ultime news

Citarella: ”Abbiamo lavorato bene, i risultati arriveranno”

Manca un mese esatto all’inizio del campionato di serie B e la Nocerina si sta preparando a dovere nella tranquillità del ritiro di Roccaporena. I calciatori molossi scalpitano, in attesa di poter dimostrare il loro valore in un campionato sicuramente impegnativo e lungo ben quarantadue turni. La città di Nocera è ancora in festa: bandiere e striscioni animano le strade colorate di rosso e nero. L’impresa compiuta dai ragazzi di Auteri è entrata nella storia e non potrà mai essere dimenticata dai tifosi che l’hanno vissuta quotidianamente, coronando un sogno che durava da anni. Ma come si presenta la Nocerina ai nastri di partenza del campionato cadetto? La squadra è pronta per il grande salto? Ne abbiamo parlato con Giovanni Citarella, presidente del sodalizio molosso. Presidente della B.

 

Citarella, è maggiore il timore o la curiosità di vedere la sua Nocerina giocare partite ufficiali contro squadre del calibro di Torino, Sampdoria, Bari ecc.?

 

“Nè l’uno nè l’altra. Abbiamo lavorato bene e con criterio e questo ci conforta. Sono sicuro che i risultati arriveranno”.

 

Capitolo mercato. Non ha ceduto alla tentazione di vendere i  pezzi pregiati della squadra, tutti confermati, ed ha ampliato l’organico con under di rilievo, su tutti Farias. Ma dove immagina possa arrivare la Nocerina quest’anno?

 

“Ciò che mi auguro è che la Nocerina vada ad occupare presto una zona di classifica tranquilla, tenendo a debita distanza la zona a rischio che parte dal sestultimo posto”.

 

Alla luce di come si è evoluta la vicenda De Liguori, considera il centrocampista il nuovo grande acquisto della Nocerina?

 

“Il mio giudizio su Vincenzo De Liguori è positivo oggi come lo era l’anno scorso: De Liguori è un ragazzo che  si impegna durante la settimana e che la domenica, in campo, dà il 110 %. Ecco perchè abbiamo creduto in lui confermandolo. Gode della mia fiducia, spero che riesca a risolvere presto ogni problema”.

 

Quanto si avvertirà, in società, la mancanza di Iovino?

 

“Ci sono cambiamenti e passaggi che inevitabilmente avvengono in ogni società. Io penso che tutti servono, ma nessuno alla fine è indispensabile. L’importante è circondarsi, di volta in volta, di persone competenti ed abili ad eseguire il compito loro assegnato”.

 

Parliamo dei lavori di ammodernamento dello stadio. Un San Francesco rinnovato, pronto ad accogliere le grandi squadre del calcio italiano.

 

“Si. Stamattina c’è stata la previsita effettuata da Carlo Longhi ed il tutto si è concluso positivamente. Nel corso della prossima settimana avremo l’autorizzazione ufficiale ad utilizzare il “S.Francesco” nelle gare di campionato.

 

Campagna abbonamenti:  è soddisfatto della risposta della gente in termini di sottoscrizioni effettuate?

 

“Abbastanza, tuttavia mi piacerebbe che il numero delle sottoscrizioni aumentasse nel corso dei prossimi venticinque giorni”.

 

Il due agosto sarà varato il calendario del campionato di serie B. Quale avversario le piacerebbe incontrare nella prima giornata di un torneo che i molossi disputano nuovamente dopo tanti anni?

 

“Non ho preferenze in particolare. Le nostre avversarie sono venti e, chi prima, chi dopo, le dovremo incontrare tutte”.

 

Pasquale Ruotolo, ForzaNocerina.it

Back to top button